L’assassino di Marcello Cimino il clochard bruciato vivo la scorsa notte ,ha confessato “sono stato io ero geloso”

3
6335
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 1.1K
  •  
  •  
  •  
    1.1K
    Shares

A confessare l’assassino di Marcello Cimino, il clochard bruciato vivo la notte scorsa ai Cappuccini, è  Giuseppe Pecoraro, un benzinaio di 45 anni. Pecoraro , fermato dagli agenti della squadra mobile di Palermo dopo un interrogatorio , avrebbe agito per gelosia sospettava di una relazione della sua ex moglie con il clochard.

Pecoraro presentava delle bruciature sulla mano e in altre parti del corpo. Bruciature che ha cercato di nascondere, inizialmente ha cercato di giustificarsi dicendo di essersi bruciato “con la macchina del caffè”. Ma dopo qualche ora è crollato e ha confessato: “E’ vero sono stato io”.

L’esecuzione di Pecoraro è stata ripresa da alcune telecamere che hanno filmato tutte le scene dell’omicidio,  compresa la sequenza dove le fiamme investono anche lui procurandole le bruciature in varie parti del corpo e che oggi non lasciano alcun dubbio della sua colpevolezza.

Cimino Marcello

Cimino Marcello , un padre di famiglia che da tempo viveva per strada,  era un uomo pacifico, molto disponibile”, racconta una volontaria della Comunità di Sant’Egidio.

 
 
 
 

Aggiungiti alla nostra pagina mobmagazine e riceverai tutte le nostre news in tempo reale. Devi semplicemente mettere un mi piace nella nostra pagina qui sotto

3 COMMENTS

  1. La crudeltà dell’uomo non ha limiti, ma verso tutto ciò che lo circonda.

  2. Sono d’accordo con te Riccardo, sempre pronti a commettere atti allucinanti e non è follia, questo…. ha preparato tutto con lucidità