Claudio Simonetti’s Goblin in concerto a Catania e Palermo il 17 e 18 marzo

0
174
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Dopo una lunga e fortunata carriera, Claudio Simonetti torna a calcare i palchi con la sua band riproponendo i maggiori successi dalle colonne sonore scritte per i maestri dell’horror come Dario Argento e George Romero e dalle pietre miliari del Rock Progressive come Roller (1976) e Il Fantastico Viaggio del Bagarozzo Mark (1978). Sold Out a Belfast, Oslo, all’Union Chapel e all’Electric Ballroom di Londra, al Gorilla di Manchester, a Milano, al Musklerock Festival (Svezia), un vero e proprio trionfo al Roadburn Festival (Olanda) con il personale invito di Mikael Åkerfeldt degli Opeth; questi solo pochi dei successi dei Claudio Simonetti’s Goblin, dal 2014 in tour in tutto il mondo con i temi che li hanno resi celebri e le sonorizzazioni dal vivo dei film di culto che, anche grazie a loro, sono rimasti vivi nell’immaginario comune. 

Transea in collaborazione con Fabrizio Taormina e Artewiva propongono un appuntamento imperdibile organizzando due date in Sicilia, il 17 e il 18 marzo 2017. La data di Catania, in collaborazione con Vov Eventi si terrà presso il Barbara Disco Club (Vicolo Flavio Gioia, 16 Catania) il 17 marzo alle ore 21.00 e vedrà l’apertura di tre band: gli Ancestral, gli Haunted, i Trinakrius. La data di Palermo si terrà il 18 marzo presso il MOB in via San Lorenzo, 273/a a partire dalle ore 20.00 e vedrà in apertura il live degli Oberon, band tributo ai Genesis.

Ingresso con biglietto  per entrambe le date acquistabile online su Tick’s Web e sul sito di Artewiva http://www.artewiva.it/tickets-event/

Informazioni: Marco Spagnolo (328 9183326); Fabrizio Taormina (327 2846367)

I Goblin vengono fondati agli inizi degli anni 70’ da Claudio Simonetti e Massimo Morante e si ispirano a band progressive come gli Yes, i Genesis, King Crimson, Gentle Giant e Emerson, Lake & Palmer. All’inizio del 1975 vengono chiamati da Dario Argento in sostituzione del compositore Giorgio Gaslini che aveva lasciato il set del film Profondo Rosso in seguito a un conflitto con il regista per riscrivere la maggior parte dei brani della colonna sonora del film, incluso il celebre tema principale. Il successo supera ogni aspettativa, più di un milione di copie vendute, e oltre 52 settimane nelle charts italiane (singoli e album) che segnano l’inizio di un lungo periodo ai vertici della popolarità nazionale. L’anno successivo i Goblin realizzano Roller, i cui brani non erano stati originariamente composti come musica da film, gli stessi sono stati utilizzati successivamente come colonna sonora del film di George A. Romero, Wampyr del 1977. Nel 1977 la band è scelta ancora una volta da Dario Argento per il suo Suspiria, che diventa un cult. Nel 1978 ottengono un nuovo successo incidendo la colonna sonora del film horror Zombie diretto da George Romero. Nel corso degli anni successivi, dopo una serie di cambiamenti nella formazione, i Goblin si sciolgono temporaneamente nonostante le parziali riunificazioni per Tenebrae (1982) e Non Ho Sonno (2000) di D. Argento. Nel 2013 Claudio Simonetti decide di riprendere le redini della band fondando i Claudio Simonetti’s Goblin, con cui grazie alla celebrazione del quarantennale del cult movie Profondo Rosso (1975), la colonna sonora che li ha resi famosi, ritorna sul palco. Le celebrazioni hanno avuto inoltre un’anteprima al Festival Eutropia a Roma di fronte ad una platea affollatissima ed entusiasta e alla presenza dello stesso Dario Argento. Un successo straordinario che ha permesso alla band di Claudio Simonetti di portare la propria musica nel mondo con risultati spesso oltre la più ottimistica delle previsioni. Due volte sold out a Londra e diversi altri in Inghilterra. Poi Dublino, Oslo, l’Olanda, la Finlandia, l’Austria, l’Ungheria e gli Stati Uniti, paesi dove il genere “horror” e i film di Dario Argento sono un cult. Un risultato che dà tutta la misura dell’efficacia del live act del gruppo.