Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
    1
    Share

Sembravano semplici   palloncini colorati per bimbi,  erano in realtà l’ingegnoso nascondiglio pensato da un pregiudicato palermitano per nascondere quasi 3 kg di “hashish”.

Gli agenti Commissariato di P.S. “Zisa – Borgo Nuovo” hanno tratto in arresto Gulizzi Eugenio, 36enne pluri-pregiudicato palermitano,  ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’arresto è maturato nell’ambito di mirate  attività di indagine, appositamente predisposte dalla Questura, finalizzate alla prevenzione e alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti.

In tale contesto, poliziotti appartenenti alla Squadra Investigativa del Commissariato di P.S. “Zisa – Borgo Nuovo”, ieri pomeriggio, a bordo di “auto civetta”, nelle adiacenze di via Serradifalco, hanno notato il Gulizzi, persona nota per il suo curriculum criminale e per essere, all’atto dell’intervento di polizia, sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Palermo, confabulare in modo guardingo con alcuni giovani.

L’uomo, accortosi della presenza dei poliziotti, irrigidendosi, si è diretto presso il portone della sua abitazione chiudendolo frettolosamente, gli altri giovani, invece, si sono allontanati repentinamente facendo perdere le proprie tracce.

Gli agenti, ritenendo sospetto l’atteggiamento assunto dal 36enne palermitano, hanno deciso di effettuare un controllo domiciliare.

Una volta all’interno dell’abitazione il Gulizzi è sembrato sin dalle prime battute, teso ed esagitato, tanto da indurre i poliziotti ad approfondire l’accertamento.

La perquisizione domiciliare a cui si è proceduto, ha dato esito positivo, infatti, in un box contenitore dislocato sulla parte posteriore dell’armadio della camera da letto, è stata  rinvenuta e sequestrata, sostanza stupefacente presumibilmente del tipo “hashish” del peso di 2,6 kg suddivisa in n.25 panetti, di cui n.20 custoditi all’interno di palloncini in plastica colorata; ed un bilancino elettronico di precisione.

Il 36enne palermitano, condotto presso gli Uffici del Commissariato di P.S., è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, nonché indagato in stato di libertà per violazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno.

Gulizzi è attualmente recluso presso la locale Casa Circondariale “Pagliarelli”, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Indagini sono in corso per  ricostruire l’intera filiera dello spaccio e la destinazione finale dello stupefacente.