Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
    1
    Share

La Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza d custodia cautelare agli arrresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico nei confronti di VULLO Salvatore, 19 enne e CONIGLIARO Luciano, 32enne, resisi responsabili, a Casteldaccia nell’aprile del 2016, del reato di rapina impropria aggravata presso l’abitazione di una pensionata.
I due, nel mese di Aprile 2016, in Casteldaccia, dopo aver rotto la recizione metallica di protezione, entravano all’interno di un magazzino di pertinenza di un’abitazione ed dopo aver asportato una moto da cross, una motosega ed altri attrezzi, venivano scoperti dall’anziana proprietaria.
I due, per guadagnarsi la fuga non esitavano a colpire la donna con una canna di bamboo alla testa causandole un trauma cranico con una ferita lacero contusa alla regione parietale.
Intervenivano sul posto gli Agenti in servizio presso il Commissariato di P.S. “Bagheria”, che dopo aver soccorso la donna, effettuavano i rilievi e così seguendo le tracce lasciate dai due su un sentiero in erba, scoprivano nascosta, sotto un cumulo di rami di ulivo, la moto asportata.
Da un approfondito esame si scopriva che su un cerchione vi erano presenti delle tracce ematiche e delle impronte papillari.
Le successive indagini effettuate dai poliziotti del Commissariato di P.S. di Bagheria, permettevano di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti di Vullo e Conigliaro, infatti oltre alle impronte trovate sulla moto ed alla testimonianza della vittima, un testimone aveva notato che nei pressi dell’abitazione della pensionata, durante la rapina, vi era parcheggiata un’autovettura Alfa Romeo 156 SW di colore bleu, vettura che circa un mese dopo si scopriva essere di proprietà di Conigliaro Luciano, in quanto veniva arrestato in compagnia sempre di Vullo Salvatore nella flagranza del reato di furto in abitazione in Altavilla Milicia.
Le prove raccolte permettavano all’Autorità Giudiziaria di emettere il provvedimento di applicazione della misura cautelare che veniva eseguito dagli Agenti del Commissariato di P.S. Bagheria.