Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nelle giornate del 18 e 19 maggio, la Polizia di Stato ha incontrato i ragazzi delle medie e delle elementari dell’Istituto Alberico Gentili di Palermo, riunendo due distinti progetti: uno della scuola ospitante denominato “Il maggio dei libri – I libri… non solo carta” e l’altro, “Train… to be cool”, della Polizia Ferroviaria con cui, da anni, gli uomini e le donne di questo Reparto si recano nelle scuole per illustrare ai ragazzi i comportamenti corretti da tenere in ambito ferroviario per salvaguardare la loro integrità fisica e quella degli altri.

Questa volta  i poliziotti, rispondendo all’invito dell’Istituto,  hanno impostato la “lezione” mettendo al centro della giornata la lettura di un brano inedito, simbolo del Progetto “Train…to be cool”, per poi discuterne con la scolaresca. La scelta è, così, caduta su una poesia scritta da un ragazzo pugliese che, a 15 anni, ha perso la vita dopo essere stato investito da un treno. La poesia ha destato un forte coinvolgimento nei ragazzi ed è stato il punto di partenza per un dibattito che, oltre all’analisi della composizione stessa, volta a comprendere il concetto di uguaglianza, ha toccato temi quali la sicurezza ferroviaria e stradale, il bullismo, i sogni e gli ideali dei giovani studenti nonché curiosità sulla famiglia della Polizia di Stato.

Un momento utile per la crescita, la conoscenza e la consapevolezza dei cittadini di domani.

Nonostante l’anno scolastico sia  prossimo alla chiusura, la Polizia Ferroviaria di Palermo continuerà ad interagire con gli studenti, infatti, la prossima settimana,  accompagnerà, a bordo treno, un gruppo di studenti in un viaggio d’istruzione, per una “lezione itinerante” e a dir poco unica.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here