Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il 19 e 23 maggio nel teatro dell’istituto Musco le rappresentazioni del concorso teatrale promosso dall’assessorato alla Scuola per favorire l’integrazione.

Coinvolte le scuole Coppola, De Roberto, Musco, XX Settembre e Vespucci.
Lunedì 29 maggio al Verga la premiazione, alla presenza dell’assessore comunale alla Scuola Valentina Scialfa e dell’assessore regionale al Turismo e Spettacolo Anthony Barbagallo.

“Fare e subire prepotenza è un gioco che non mi piace” è il tema della rassegna teatrale in programma domani, venerdì 19, e martedì 23 maggio dalle 9.30 alle 13 nel teatro dell’istituto onnicomprensivo Musco (viale da Verrazzano 101) con la partecipazione degli alunni delle scuole Coppola, De Roberto, Musco, XX Settembre e Vespucci.
L’iniziativa corona il concorso teatrale promosso dall’assessorato alla Scuola, retto da Valentina Scialfa, con l’obiettivo di affermare il valore dell’integrazione e favorire il contrasto al bullismo attraverso la funzione educativa del teatro.
I migliori lavori saranno premiati, e replicati, lunedì 29 maggio alle ore 9.30 nel teatro Verga, alla presenza dell’assessore Scialfa e dell’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo Anthony Barbagallo.
Il concorso, coordinato dall’ufficio Scuola dell’obbligo e Attività parascolastiche della direzione Pubblica Istruzione, comprende due sezioni: una riservata alle scuole primarie e l’altra alle scuole secondarie di primo grado. Gli studenti sono stati chiamati alla scrittura, alla produzione e alla messa in scena di un copione inedito, sul fenomeno del bullismo.
Una commissione composta da Ezio Donato (docente universitario e regista), Nunziata Blancato (regista teatrale), Angela Bono (scrittrice e funzionario della direzione Pubblica Istruzione), ha valutato i lavori proposti puntando su determinati criteri: peculiarità, contenuti educativi, creatività, coinvolgimento di alunni diversamente abili, di alunni extracomunitari e anche delle famiglie.