Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 28
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    28
    Shares

 

 

Gli agenti hanno tratto in arresto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti di tipo hashish, i palermitani FLANDINA Giuseppe, di anni 43 e FLANDINA Vincenzo Paolo, di anni 23, rispettivamente padre e figlio e sequestrato 300 chilogrammi di hashish.

L’arresto è stato effettuato dai poliziotti della Squadra Mobile ed è inquadrabile nell’ambito delle intensificate attività per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del traffico di sostanze stupefacenti, che già negli ultimi mesi ha condotto all’arresto di diverse persone e al sequestro di ingenti quantità di stupefacenti.

A seguito di mirate ed articolate attività info-investigative, gli investigatori della Sezione “Antidroga” sono giunti alle soglie di un’autorimessa di via Cataldo Parisio, neall’interno della quale era fondato il sospetto potesse essere stato nascosto dello stupefacente.

E’ stata, così, effettuata una perquisizione che ha consentito di rinvenire in una stanza adibita ad ufficio del garage, accatastati sul pavimento, 10 sacchi di yuta del peso di kg. 30 circa, contenenti all’interno piastrelle da gr.100 cadauna, per un peso complessivo di circa 300 chilogrammi di sostanza stupefacente, del tipo hashish.

Alle fasi della perquisizione hanno assistito Flandina Vincenzo Paolo, titolare dell’autorimessa ed il padre Flandina Giuseppe, entrambi tratti in arresto e condotti alla Casa Circondariale “Pagliarelli”.

Lo stupefacente che, immesso sul mercato al dettaglio avrebbe fruttato più di un milione di euro, è stato posto sotto sequestro.