Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

“Non crediamo che possa essere un tavolo pluritematico sulla crisi a salvare i posti di lavoro della nostra città. Rischieremmo di sovrapporci ai sindacati. Piuttosto, deve essere l’Amministrazione comunale, e perché ciò accada non dovrebbero servire le forze politiche ad inoltrare solleciti in proposito, ad intestarsi autonomamente l’attivazione di un percorso teso a chiedere spiegazioni, conto e ragione a Coop Sicilia circa la presumibile chiusura dell’Ipercoop e la potenziale perdita di lavoro in carico a 83 persone”. A sottolinearlo sono i consiglieri comunali del Pd di Ragusa, Mario D’Asta e Mario Chiavola, che replicano in questi termini alla proposta lanciata dai consiglieri pentastellati Agosta e Stevanato. “In linea di principio siamo d’accordo con quanto sostenuto dai due rappresentanti M5s – aggiungono i due esponenti dem – ma non possiamo fare a meno di valutare che, ancora una volta, le scelte di ordine pratico adottate dai grillini sono tutt’altro che efficaci e cozzano con quelle che dovrebbero essere i reali provvedimenti da assumere, da parte di un ente locale, per attivare un dialogo con la controparte fermo restando che palazzo dell’Aquila, lo ribadiamo, non può sostituirsi al sindacato. Dare appoggio quello sì, ma non certo con la creazione di un tavolo che rischia di non avere alcuna ricaduta in termini di utilità. Come consiglieri dem, invece, assicuriamo sin da ora che forniremo il nostro contributo, oltre a manifestare sin da ora una piena solidarietà ai lavoratori che si troveranno in difficoltà, per cercare di arginare questa deriva e solleciteremo il nostro partito a individuare tutte le soluzioni che servono per scongiurare la ventilata chiusura”. 3 giugno 2017 Mario D’Asta Mario Chiavola Consiglieri comunali Pd Ragusa

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here