Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

 

I poliziotti hanno tratto in arresto MARZOUK Ivan, pluripregiudicato palermitano di anni 30, responsabile di una tentata rapina a passante e di diversi furti con strappo.

L’arresto è stato effettuato dai poliziotti della Sezione “Investigativa” del Commissariato di P.S. “Porta Nuova”, che stavano indagando su una serie di furti con strappo, avvenuti nel mese scorso nelle vie limitrofe ai quartieri “ Villaggio Santa Rosalia” e “ Villatasca”, ad opera di due giovani a bordo di un motociclo di colore nero.

I due rei agivano certi di non essere scoperti dalle Forze dell’Ordine grazie ad alcuni accorgimenti: indossavano sempre un casco, operavano in maniera fulminea, cambiavano spesso look ( facendosi crescere la barba per poi toglierla ) e coprivano sempre la targa del mezzo con un piede durante la fuga. Tuttavia l’uso di caschi tipo “ Jet” aveva permesso  ad alcune vittime di poterli osservare in viso, cosi’ da essere in grado di riconoscerli.

Una svolta alle indagini avveniva lo scorso 30 maggio, quando i due soggetti in via Carlo Amore  nel quartiere “ Zisa-Borgonuovo”, tentavano di appropriarsi della collana in oro portata al collo da un poliziotto libero dal servizio, ma il loro intento non andava a buon fine, grazie alla pronta reazione della vittima che riusciva a metterli in fuga e a memorizzare gli estremi del targhino dello scooter su cui viaggiavano. Poco dopo gli agenti del Commissariato di P.S.Libertà arrestavano uno dei due compartecipi alla tentata rapina, “ BORRUSO Mirko”, pluripregiudicato 26enne di Misilmeri.

Gli Agenti della Squadra Investigativa del Commissariato P.S. “Porta Nuova”,  avendo appreso i particolari di tale episodio criminoso,  i cui  correi per fattezze fisio-somatiche, modus operandi e mezzo utilizzato per la commissione del delitto, erano perfettamente coincidenti con altri tre episodi criminosi svoltisi nell’ambito della loro circoscrizione territoriale, avviavano una serie di verifiche volte a delineare le frequentazioni del Borruso.

Le risultanze permettavano di focalizzare l’attenzione su Marzouk Ivan, pluri-pregiudicato per reati predatori, gia’ co-indagato in altro procedimento penale con  il Borruso per una serie di furti con destrezza, le cui fattezze fisio-somatiche erano sovrapponibili alle descrizioni fornite dalle vittime in sede di denuncia.

Per tale ragione venivano predisposte specifiche attività di individuazione fotografica, nel corso delle quali le vittime riconoscevano senza ombra di dubbio il Marzouk ed il  Borruso quali gli autori dei furti con strappo a loro danno.

A quel punto iniziavano le ricerche del Marzouk che, dopo un vano tentativo di fuga, veniva catturato dagli agenti presso la sua abitazione.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here