Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

La Polizia di Stato, nei giorni scorsi, ha tratto in arresto MANZO Antonino, pregiudicato palermitano di anni 20, responsabile del reato di rapina aggravata.
Intorno alle 03.00, una Volante della Polizia di Stato, transitando per via Antonino Saetta veniva contattata da un uomo che riferiva di aver subito, pochi minuti prima, una rapina ad opera di tre soggetti.
L’uomo raccontava che dopo aver trascorso la serata in un locale del centro storico cittadino, era tornato a riprendere la sua autovettura parcheggiata in piazza Marina e che, mentre si trovava all’interno dell’abitacolo, si era visto puntare alla tempia una pistola da uno sconosciuto che aveva aperto lo sportello. A fronte della richiesta di denaro, aveva tentato di reagire, ma era stato sopraffatto ed immobilizzato da altri due soggetti sconosciuti: tutti e tre gli assalitori sarebbero riusciti a sottrarre alla vittima il portafogli contenente denaro e documenti personali.
Compiuta la rapina i tre si davano ad una precipitosa fuga inseguiti dalla vittima e, dopo essersi divisi, facevano perdere le loro tracce.
Dalle descrizioni somatiche fornite dalla vittima, gli agenti della Polizia di Stato in servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale intuivano che il malvivente potesse essere un noto pregiudicato del quartiere. Intervenivano, pertanto altre Volanti per circoscrivere la zona. A distanza di pochi minuti, una pattuglia, transitando per via Alloro, incrociava il MANZO, quest’ultimo corrispondente alla descrizione resa dalla vittima ed ancora abbigliato come in corso di rapina.
L’uomo veniva bloccato e, successivamente riconosciuto dalla vittima come colui che, impugnando la pistola, lo aveva rapinato, in concorso con complici al momento ancora ignoti.
Indagini sono in corso per risalire all’identità dei due complici del malvivente.