Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

PALERMO (ITALPRESS) – “Lo straordinario risultato che ha visto l’elezione di Sabrina Figuccia, dirigente sindacale dell’Ugl, nelle fila di Forza Italia al comune di Palermo e’ la scommessa vinta dal Segretario Confederale Giovanni Condorelli, dal Responsabile dell’Isola nonche’ Reggente nel capoluogo siciliano Giuseppe Messina e dalla classe dirigente del sindacato palermitano”. E’ quanto si legge in una nota dell’Ugl. “Una vittoria straordinaria l’elezione di Sabrina Figuccia il cui riconoscimento va a tutta la classe dirigente dell’Ugl palermitana – afferma Condorelli – che ha scommesso e creduto nel realizzare una forte e diretta sinergia tra sindacato e politica attraverso l’innesto di qualificati dirigenti all’interno delle istituzioni”. “Si tratta di una sfida per un progetto piu’ ampio e complessivo – rimarca Condorelli – che parte dall’ingresso di un nostro qualificato e valido dirigente della Federazione Telecomunicazioni a Sala delle Lapidi di Palazzo delle Aquile e avra’ un seguito anche nelle consultazioni elettorali dei prossimi mesi, per affermare un modello che sposti la centralita’ degli interessi sul lavoro, sull’occupazione e sulla tutela del cittadino a tutto tondo sfruttando il radicamento del sindacato con le sue strutture, i servizi e con una straordinaria classe dirigente”. “La presenza di Sabrina Figuccia nel massimo consesso cittadino – sottolinea Messina – e’ il risultato un grande sforzo profuso dal sindacato spinto dalla irrinunciabile esigenza di rappresentare direttamente idee e progettualita’ in una citta’ dove restituire il lavoro e’ esigenza prioritaria a costo di scardinare il muro granitico di certo disinteresse politico che ha caratterizzato in negativo il recente passato amministrativo”. “In questo momento di difficolta’, disorientamento e distacco tra la politica ed il cittadino sul territorio – prosegue il Responsabile dell’Ugl Sicilia e dell’Utl del capoluogo – il sindacato deve spingersi oltre per proporsi e difendere le istanze del mondo dei lavoratori, dei pensionati, dei giovani, delle donne, delle fasce deboli, dei disoccupati, degli immigrati e degli emarginati in una citta’ cosi’ complicata e difficile come Palermo, guardando al suo interno e non cercando fallimentari sostegni dall’esterno”. “A Sabrina – conclude Messina – vanno gli auguri di tutti i quadri dirigenti dell’Ugl nella certezza che sapra’ tradurre al meglio le istanze del sindacato”.