Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

  

Agenti delle “Volanti” hanno tratto in arresto i palermitani: Patti Vincenzo 43enne, Manzella Filippo 31enne ed un 17enne, tutti del quartiere ZEN, ritenuti responsabili del reato di tentato furto aggravato in concorso.

Agenti della Polizia di Stato, in servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, intorno alle ore 02.30, su disposizione della locale Sala Operativa si sono recati presso la borgata marinara ‘Sferracavallo’, dove su linea di emergenza 113 è stata segnalata la presenza di tre individui intenti a trafficare su un’autovettura in sosta in via Proserpina.

I tre malviventi, di cui è stata fornita un’attenta descrizione, dopo avere armeggiato all’interno dell’auto e del cofano motore, si sono allontanati a  bordo di una lancia Y di colore bianco.

La volante, nel raggiungere il luogo dell’intervento, percorrendo la via Tommaso Natale all’intersezione con via Nicoletti, ha intercettato la vettura segnalata quale mezzo utilizzato per la fuga, con alla guida un individuo, corrispondente alle descrizioni ricevute che, alla vista degli agenti, si disfaceva di un oggetto e ripartiva allo scopo di eludere un eventuale controllo di polizia.

 

I tre giovani a bordo della Lancia Y sono stati prontamente bloccati ed identificati per Patti Vincenzo 43enne, Manzella Filippo 31enne ed un 17enne, tutti dello “Zen”.

A bordo del veicolo, precisamente  nella pedaliera anteriore lato passeggero durante la perquisizione, sono stati rinvenuti diversi attrezzi atti allo scasso, nello specifico: n.2 cacciaviti a taglio; n.2 paia di guanti; n.1 torcia a led; n.1 chiave a cricchetto; n.1 chiave esagonale e n.1 utensile cilindrico di metallo con foro centrale.

Gli agenti, hanno recuperato l’oggetto di cui si era disfatto il malvivente pochi istanti prima, consistente in una centralina elettrica e giunti in via Proserpina, ed individuata la vettura “visitata”,  i poliziotti hanno constatato che la vettura era stata forzata, infatti presentava il cilindretto della portiera anteriore ed il cilindretto accensione asportati, inoltre si appurava che il cofano motore, era semi chiuso e che i contatti elettrici della centralina erano staccati.

I tre giovani, condotti presso gli Uffici di Polizia, sono stati arrestati per il reato di tentato furto aggravato in concorso.

Patti e Manzella sono stati condotti presso le rispettive abitazioni in attesa della celebrazione del rito della direttissima.

Il 17enne, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria presso il Tribunale dei Minori è stato condotto presso il Centro di Prima Accoglienza “Malaspina”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here