Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

 

“L’armata Brancaleone che ha sostenuto il governo Crocetta, uno dei più disastrosi della storia siciliana, e non era facile, è già pronta a vendersi al prossimo governatore di turno”. Così Angelo Attaguile, deputato della Lega e segretario nazionale di Noi con Salvini, commenta le dichiarazioni di Gianpiero D’Alia e Giuseppe Castiglione con le quali questi ultimi hanno preannunciato la fuoriuscita dal governo regionale dei Centristi per l’Europa e di Alternativa popolare.

“Ncd di Alfano e Castiglione ha pure cambiato nome per timore di essere facilmente individuato dagli elettori alle prossime regionali –aggiunge Angelo Attaguile-. Dopo aver rastrellato incarichi a destra e sinistra, adesso che l’esperienza del governo Crocetta volge al termine con i pochi mesi di legislatura che restano, questo tragicomico centro siciliano pensa già a ricollocarsi all’interno di quella che potrebbe essere la prossima maggioranza di governo. A loro –commenta Angelo Attaguile- poco importa dei programmi per rilanciare l’Isola o delle qualità morali delle persone con le quali si alleeranno, a loro interessano solo le poltrone. Sono certo però che questa volta i siciliani si ricorderanno bene di loro”.

L’on. Attaguile si sofferma anche sull’alleato Nello Musumeci in favore del quale lo scorso mese ha fatto un passo indietro: “Musumeci se vuol essere il nostro candidato governatore deve avere il coraggio di rompere col passato in modo netto e trasparente. Se non sarà così –conclude Angelo Attaguile- ribadisco che noi andremo da soli perché i siciliani sono stanchi delle promesse di cambiamento fatte avendo dietro i soliti volti noti. Ormai, tristemente, troppo noti”.