Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

        

 

“Nello scorso fine settimana, la polizia municipale di Palermo ha condotto, tra le altre, un paio di operazioni che hanno lasciato qualche strascico polemico di troppo. Sulla discesa di Valdesi, soltanto dopo tre settimane e dopo numerose segnalazioni, sono stati finalmente chiusi i gazebo del Mondello Street Food, aperti all’inizio di giugno senza uno straccio di autorizzazione sanitaria, nonostante si vendesse cibo ogni fine settimana. Al Teatro di Verdura, nel corso di una serata per la raccolta di fondi da devolvere in beneficenza, sono state multate decine di automobili degli spettatori posteggiate senza rispettare le norme del codice della strada. Due episodi che dimostrano come, a volte, i nostri vigili urbani pecchino di zelo, quando poco e quanto molto”.

Lo afferma Angelo Figuccia, consigliere comunale di Forza Italia, che prosegue: “Se ha un lato è giusto multare chi lascia la propria autovettura in divieto di sosta, non si capisce per quale motivo gli uffici di via Dogali abbiano aspettato ben tre settimane prima di effettuare i controlli tra i gazebo della manifestazione di Mondello, per scoprire immediatamente che nessuno aveva alcuna autorizzazione, nonostante ogni fine settimana si vendesse un bel po’ di cibo e di bevande, in barba alle più elementari norme a tutela della salute pubblica.

Insomma, sembra quasi che via Dogali abbia usato due pesi e due misure, un sistema che non può essere mai accettato. Mi auguro che, nelle prossime simili occasioni, il comandante Messina sia più celere nel fare i controlli, a tutela della salute di tutti i palermitani”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here