Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

FILCAMS CGIL PALERMO

Primo incontro sul licenziamento collettivo dei 44 lavoratori della refezione scolastica del Comune di Palermo. La Filcams ribadisce: “Procedura illegittima”.

Palermo 21 giugno 2017 – Si è svolto il primo incontro per l’esame congiunto della procedura di licenziamento collettivo (ai sensi della 223/91) aperta dalla Cot Ristorazione. L’azienda, nella procedura, dichiara che la decisione di licenziare i 44 lavoratori scaturisce dalle regole dettate dal nuovo bando di gara indetto dal Comune di Palermo, che non prevede la clausola sociale per la tutela dei lavoratori in forza per l’espletamento dell’appalto. “Abbiamo ribadito l’illegittimità della procedura, il contratto collettivo nazionale turismo-pubblici esercizi regolamenta i cambi di gestione negli appalti, indipendentemente da possibili clausole sociali previste dal bando di gara, prevedendo la salvaguardia di tutti i livelli occupazionali – dichiara Laura Di Martino della segreteria Filcams Cgil Palermo – Abbiamo inoltre contestato l’elenco relativo agli esuberi comunicato, seppur ridotto, in quanto come dimostrano i cedolini paga alcuni lavoratori svolgono all’interno del centro pasti lavorazioni legate ad altri appalti e non a quello in oggetto. Per fugare qualsiasi strumentalizzazione attiveremo tutte le iniziative anche con la stazione appaltante al fine di tutelare tutti i lavoratori interessati”. Le parti si rincontreranno di nuovo il 28 giugno.