Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Nella giornata di ieri, 21 giugno, nell’ambito del Piano d’azione “Modello Trinacria”, personale della Polizia di Stato, ha effettuato numerosi e diversificati servizi straordinari di controllo del territorio nel quartiere di Librino, privilegiando la prevenzione e la repressione di reati in genere, delle violazioni al Codice della Strada e delle violazioni al regime delle autorizzazioni per gli esercizi commerciali.

Per detti servizi, diretti su strada dai funzionari del Commissariato di P.S. Librino che si sono avvalsi di equipaggi del loro Ufficio, sono state impiegate pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale, della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale di Catania che ha messo a disposizione agenti del settore Annona.

In particolare, sono stati istituiti posti di controllo in viale Grimaldi, nello Stradale San Giorgio e nello Stradale Gelso Bianco.

Sono stati controllati 59 persone e 40 veicoli; sono state elevate 37 contravvenzioni al C. di S. ed effettuati 8 fermi amministrativi di ciclomotori e motocicli per mancato uso del casco; sono 7 i sequestri amministrativi (due autovetture e quattro motocicli: 6 perché privi di assicurazione R.C.A. e 1 per guida senza patente); sono 4, infine, gli esercizi commerciali controllati.

Complessivamente sono stati elevati verbali di contravvenzione al Codice della Strada per un ammontare pari a euro 15.000,00 circa. Come detto si è proceduto anche al controllo di alcuni esercizi commerciali: sono state contestate complessivamente 10 violazioni amministrative delle quali 3 per occupazione abusiva di suolo pubblico, 3 per mancanza di autorizzazione amministrativa, 3 per mancanza dei requisiti professionali e una per mancanza del prescritto marchio CEE sulla merce messa in vendita, per un ammontare complessivo di euro 12.000,00.

Nel corso di alcune perquisizioni effettuate in edifici siti in viale Grimaldi, grazie all’ausilio di un’unità cinofila antidroga della Polizia di Stato, in due circostanze si è avuto modo di rinvenire della marijuana. Nel primo caso, la droga è stata rinvenuta nel corso di una perquisizione domiciliare eseguita nei confronti di un soggetto con precedenti specifici in materia di reati concernenti le sostanze stupefacenti: circa 40 grammi di marijuana erano contenuti in una scatola di plastica e 50 piante di cannabis indica sono state trovate insieme a 170 semi della medesima pianta per avviare altre coltivazioni. L’uomo è stato deferito all’A.G. in stato di libertà.

Nel secondo caso, sono state rinvenute circa una sessantina di dosi singolarmente confezionate e pronte allo smercio, per complessivi 110 grammi circa. In questo caso, il rinvenimento è avvenuto nell’androne di uno dei palazzi di viale Grimaldi e, pertanto, non è stato possibile attribuire la responsabilità penale di tale rinvenimento che si concludeva con un sequestro della sostanza stupefacente a carico di ignoti.

È stata, altresì, individuata una sala giochi e scommesse, totalmente abusiva perché priva di qualsiasi autorizzazione, all’interno della quale sono stai trovati numerosi avventori, fra i quali alcuni noti pregiudicati.

L’esercizio commerciale illegale è stato sottoposto a sequestro amministrativo e penale, mentre il gestore è stato denunciato a piede libero e sanzionato amministrativamente per le numerose violazioni il cui ammontare tocca i 60.000,00 euro circa. Sequestrati, sempre all’interno della sala scommesse, quattro “totem” e cinque postazioni internet, utilizzati per il gioco e le scommesse on-line, collegati a siti illeciti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here