TUSHJA Almarin
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 21
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    21
    Shares

 

pubblicità

 

È finito in manette il cittadino albanese TUSHJA Almarin classe ’90: gli agenti della Polizia di Frontiera Aeroportuale lo hanno arrestato lo scorso 25 giugno perché presentatosi al controllo dei documenti con una Carta d’Identità falsa (art. 497bis del Codice Penale: uso di atto falso).

L’uomo ha tentato di spacciarsi per cittadino italiano e, per questo, allo scopo di salire su un aereo diretto a Londra, ha utilizzato una “normale” Carta d’Identità ma, evidentemente, quel documento ai poliziotti – che sanno riconoscere “a naso” le contraffazioni – non è apparso del tutto genuino.

Così l’uomo è stato fermato per accertamenti e i riscontri strumentali effettuati sul documento hanno confermato il sospetto e l’ipotesi investigativa degli agenti: la Carta d’Identità non corrispondeva assolutamente all’originale, trattandosi di una totale contraffazione.

Il passeggero, messo alle strette dagli evidenti fatti, ha ammesso la propria identità e la nazionalità albanese; dopo le formalità di rito, su disposizione del P.M. di turno è stato condotto nelle camere di sicurezza della Questura di Catania in attesa dello svolgimento del rito per “direttissima”.

Pubblicità Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.