Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Bagheria, venerdì 30 giugno 2017 – “Nelle ultime settimane la comunità ha dimostrato particolare interesse per la situazione del Presidio Territoriale di Emergenza nel Comune  di Bagheria e delle strutture sanitarie pubbliche presenti in città” – dice il presidente del Consiglio comunale, Marco Maggiore – “La tematica è di notevole importanza e riguarda tutte le forze politiche e sociali che operano nel territorio, sebbene in materia di sanità la competenza spetti al Governo Regionale.”

Spiega così il presidente Maggiore la decisione di convocare un consiglio comunale aperto sul tema del PTE. 

Maggiore continua: Il Sindaco Cinque e alcuni Consiglieri Comunali sono stati convocati in Commissione Sanità all’ARS, mentre da tempo l’amministrazione si è interfacciata con l’ASP per chiedere soluzioni, mettendo a disposizione un bene confiscato alla mafia per ovviare all’immobilismo dell’Assessorato Regionale. Per questo motivo, in qualità di Presidente del Consiglio e di garante dell’aula, ritengo necessario predisporre la convocazione di un Consiglio Comunale aperto, invitando l’Assessore alla sanità Gucciardi, l’attuale dirigente dell’Asp Cimò, il direttore generale dell’Asp Antonino Candela e un rappresentante del Comitato per la Salute di Bagheria oltre all’onorevole Salvatore Siragusa, unico bagherese presente in Assemblea Regionale, per relazionare sulla questione”. 

Il presidente ha inoltre deciso che per rafforzare la posizione del Consiglio comunale, poiché in adunanza aperta non è possibile deliberare, sarà sua cura sottoporre alla conferenza dei capigruppo un documento che manifesti la comunione d’intenti fra tutti i gruppi consiliari.