Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Custonaci, 2 luglio 2017 – Torna, nella splendida cornice di Baia Cornino, a Custonaci, una nuova edizione di Baia d’autore – Letture al chiaro di Luna, la rassegna letteraria che porta a Custonaci autori siciliani e non solo.Mercoledì 5 luglio, alle ore 22.00, sulla terrazza del Lido Baia Cornino, in Piazza Riviera, il giornalista e scrittoreFabrizio Fonte aprirà la rassegna con il libro “L’operazione Milazzo e la mafia – L’inchiesta Merra, la prima operazione antimafia nella Sicilia autonoma”. L’inchiesta Merra è una vera e propria operazione antimafia, che ha la caratteristica “straordinaria” di essere stata condotta dal Parlamento Siciliano e non da forze diverse dalla Politica come di norma avviene con l’intervento della Magistratura.

Interviene con l’autore Tiziana Martorana, giornalista e volto noto del Tgr Sicilia. Sarà sempre lei a condurre l’appuntamento del 17 luglio che ospiterà Pietrangelo Buttafuoco con il libro “I baci sono definitivi”. Editorialista per Radio24 e firma su diversi quotidiani presenta un libro denso d’amore e di storie, abbandoni e illusioni, rileggendo la realtà e trasfigurandola, chiamando in causa la Natura, il dio Mercurio e il Diavolo, fra rimandi cinematografici e letterari.

Il 20 luglio, per la prima volta a Custonaci, Giacomo Di Girolamo, direttore del quotidiano online tp24.it e direttore di Rmc101 parlerà di “L’ invisibile – Matteo Messina Denaro”, un reportage, un’inchiesta, una biografia più accurata dell’ultimo dei boss, il ritratto di una Sicilia in perenne equilibrio fra tragedia e farsa.

Seguirà il 3 agosto il professore Salvatore Bongiorno con “Il generale dei picciotti” raccontato dal giornalistaSalvatore Morselli, direttore del quotidiano online Trapanioggi.it. Un libro su Giovanni Corrao, ammazzato, nel 1863, perché ebbe il coraggio di gridare che “la Sicilia non aveva fatto la rivoluzione per cambiare di tirannide”. Un tassello nella storia più grande dell’Unità d’Italia, che è poi ancora la storia della questione meridionale dell’Italia moderna.

Chiude la rassegna il 17 agosto il linguista Roberto Sottile con “Le parole del tempo perduto” con la presenza della giornalista Rosi Orlando, firma del Giornale di Sicilia. Un lavoro di ricerca, dall’ etimo a Camilleri, le parole siciliane di una volta affiorano dai ricordi, dalla memoria dell’infanzia e degli affetti. Inframezzi musicali con Riccardo Sciacca.

Ogni incontro si svolgerà a partire dalle ore 22.00 presso il lido Baia Cornino, Piazza Riviera.

L’ingresso è libero.