Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

 

Nella serata di sabato, la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri, hanno tratto in arresto:

 

  • NAPOLI Vincenzo nato a Catania, classe 1998, pregiudicato,
  • GRECI Fabio nato a Catania, classe 1995, pregiudicato,

 

ritenuti responsabili, in concorso tra loro ed altra persona in corso di identificazione,  dei reati di tentata rapina, ricettazione e resistenza a Pubblico Ufficiale.

 

Alle ore 19.45 circa di sabato 8 luglio u.s., la Sala Operativa dell’Arma dei Carabinieri, ricevuta la segnalazione tramite il numero d’emergenza “112” di una tentata rapina perpetrata ai danni del Mc Donald’s, ubicato all’interno del centro commerciale “Centro Sicilia” – in territorio di Misterbianco (CT) – ad opera di tre giovani travisati, fuggiti a bordo di Fiat Panda di colore grigio azzurro, diramava la nota di ricerca, comunicandola, senza indugio, alla Sala Operativa della Questura.

Le due Sale Operative, in costante contatto tra loro, seguendo un collaudato protocollo operativo,  allertavano tutti gli equipaggi – fornendo le descrizioni dell’autoveicolo con il quale i malviventi si erano dati alla fuga – facendoli convergere nella zona interessata e nei quartieri vicini, in particolare quello di Librino, luogo da dove presumibilmente poteva essere partito il commando di rapinatori

In effetti, pochi istanti dopo, una pattuglia moto montata della Sezione “Contrasto al crimine Diffuso” della Squadra Mobile intercettava la predetta autovettura con tre soggetti a bordo, ancora travisati da passamontagna, all’altezza di un rifornimento di benzina ubicato in questa via Madonna Del Divino Amore, ove erano verosimilmente prossimi a commettere altra rapina.

I malviventi, accortisi della presenza degli uomini della Sezione “Contrasto al Crimine Diffuso”, si davano alla fuga percorrendo a velocità sostenuta una serie di strade periferiche, seguiti dagli uomini della Mobile che non li perdevano mai di vista dando costantemente via radio la posizione,  giungendo nel rione Librino, segnatamente in viale Moncada.

Ivi giunti,  i tre malviventi, abbandonavano il mezzo – che da accertamenti risultava oggetto di furto denunciato nel mese di giugno – fuggendo appiedati in tre diverse direzioni.

Gli equipaggi dell’Arma e della Polizia, appositamente dislocati dalle due Sale Operative, riuscivano ad intercettare i malviventi. NAPOLI, inseguito da personale della Sezione “Contrasto al Crimine Diffuso” e dell’U.P.G.S.P., veniva bloccato dall’equipaggio di una volante dopo aver tentato invano di nascondersi all’interno di un garage, mentre GRECI, che, per sottrarsi all’arresto, si lanciava da un ballatoio, costringendo la pattuglia dei “Falchi” a percorrere una scala in discesa con la moto, veniva fermato da personale del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri, mentre tentava di mimetizzarsi tra la vegetazione.

All’interno dell’autovettura abbandonata, personale dell’Arma  e della Polizia, rinveniva e sequestrava un paio di guanti in lattice ed un passamontagna, mentre altro passamontagna, di cui i malviventi  si erano disfatti durante l’inseguimento, lanciandolo dal finestrino, veniva recuperato su strada, lungo il tragitto percorso durante la fuga.

Infine, un crick, utilizzato durante le fasi della tentata rapina per minacciare i presenti all’interno dell’esercizio commerciale, veniva rinvenuto da militari dell’Arma all’interno del Mc Donald’s.

Sul posto interveniva anche personale del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica per i rilievi del caso e per repertare quanto sequestrato, ivi compresa la Fiat Panda abbandonata.

A seguito di accertamenti effettuati nelle Banche Dati del M.I., NAPOLI Vincenzo risultava destinatario di ordine di esecuzione per espiazione di pena, emesso in data 30.6.2017 dalla Procura della Repubblica per i Minorenni di Catania, dovendo scontare la pena residua di 5 mesi e 14 giorni di reclusione, per il reato di rapina aggravata in concorso.

Espletate le formalità di rito, NAPOLI Vincenzo e GRECI Fabio venivano associati presso la casa circondariale di Catania – piazza Lanza a disposizione dell’A.G.

Proseguono  le ricerche della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, al fine di individuare il terzo complice, allo stato, resosi irreperibile.