Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

“Un anno fa lo scontro ferroviario fra Andria e Corato che causò 23 vittime e 52 feriti: un pensiero alle vittime e a chi piange i propri cari. Purtroppo a distanza di un anno dobbiamo prendere atto che tutto è rimasto come prima perché il Governo non ha trovato né il tempo né le risorse per mettere in sicurezza quel tratto di rete ferroviaria”. Così Angelo Attaguile, segretario nazionale di Noi con Salvini e componente della Commissione Trasporti della Camera dei deputati, che all’epoca dei fatti fu promotore anche di una interrogazione parlamentare.

L“Appena si avvicina il momento elettorale –aggiunge Angelo Attaguile- sono tutti a parlare dell’importanza di realizzare le infrastrutture al Sud, c’è anche chi tira fuori il ponte sullo Stretto un turno elettorale sì e l’altro pure. Purtroppo gli anni passano e tutto rimane immutato con la conseguenza che non solo si rischia la vita per un semplice spostamento in treno, ma c’è pure la non secondaria questione dei nostri prodotti e delle nostre aziende che perdono competitività a causa di una rete infrastrutturale da terzo mondo”.