Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Il vertice dei Balcani occidentali del 2017 del 12 luglio a Trieste è stato un’occasione importante di collaborare al rafforzamento di opportunità concrete promuovendo al contempo la cooperazione regionale nei Balcani, con l’obiettivo di costruire società inclusive, ben governate ed economicamente prospere e così portare avanti anche il processo di integrazione di questa regione nell’Unione europea.
Le discussioni hanno rilanciato la connettività tra i Paesi dei Balcani occidentali, allo scopo di favorire la crescita economica e i rapporti di buon vicinato, in particolare finanziando progetti regionali di investimento nelle infrastrutture nei settori dei trasporti e dell’energia. A tale proposito, i commissari europei Hahn e Bulc hanno annunciato i 7 progetti per i quali sono stati concessi 194 milioni di euro, sfruttando oltre 500 milioni di euro in prestiti da parte di istituti finanziari.
Sempre all’interno della connettività, a Trieste la Presidenza dell’UE e la Commissione Europea hanno firmato, a nome dell’UE, il Trattato di Comunità del Trasporto con 5 partner dei Balcani occidentali. Il Vertice ha anche invitato la Bosnia-Erzegovina a firmare il più presto possibile. Il Trattato aprirà la strada per migliorare le infrastrutture e migliorare i servizi di trasporto di qualità in tutta la regione. Il Trattato contribuirà inoltre a una maggiore stabilità economica e attirerà anche nuovi investitori nella regione. Infine, il Trattato aiuterà i Paesi dei Balcani occidentali ad allineare le loro leggi nazionali sui trasporti con quelli dell’UE, rafforzando così le relazioni di vicinato e promuovendo la cooperazione transfrontaliera.
Passi avanti anche sull’integrazione economica regionale: i Paesi dei Balcani occidentali hanno concordato un piano d’azione per creare uno spazio economico regionale volto a promuovere l’attrattiva della regione per gli investimenti e creare posti di lavoro, soprattutto attraverso la crescita intelligente, le start-up e le scale-up. Per la prima volta dall’avvio del processo di Berlino il piano d’azione comprende una dimensione digitale, che contribuirà a integrare la regione nel mercato digitale paneuropeo. Al fine di sostenere ulteriormente lo sviluppo e l’innovazione delle imprese, per supportare l’accesso delle PMI innovative alla finanza con una finestra dedicata ai giovani, sono stati concessi altri 48 milioni di euro alla EDIF, l’agenzia dei Balcani occidentali che si occupa di sviluppo e innovazione. Lanciato inoltre il Forum per gli investimenti della Camera di commercio dei Balcani Occidentali, a sostegno del quale verranno erogati 7 milioni di euro.
Infine, sul tema dei contatti interpersonali, la Commissione europea ha organizzato, insieme con il governo italiano, un Forum dei giovani UE – Balcani occidentali al margine del vertice per fare il punto sui risultati raggiunti nell’ultimo anno ed esplorare ulteriori ambiti di cooperazione.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here