Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Bagheria, 20/07/2017 – Ieri, 19 luglio 2017, anche Bagheria ha voluto ricordare il giudice  Paolo Borsellino a 25 anni dalla sua morte. A palazzo Butera organizzato da  “La città invisibile” con il patrocinio del Comune di Bagheria si è svolto il concerto “Io sono testimone”.

Ad eseguire la performance l’orchestra infantile “Falcone Borsellino”  diretta dai maestri Semaias Botello e Serena Sicari.

Il sindaco, Patrizio Cinque, salutando gli intervenuti ha ribadito quanto sia importante perseguire sempre la legalità, unica vera via contro la mafia. “E’ stato un dovere morale per me occuparmi di mafia, così diceva Borsellino” – ricorda il sindaco “questo esempio, anche per le generazioni future, partono dal “perché” uomini come Falcone e Borsellino lottavano contro la mafia, e sta nella forza di quel perché che ancora oggi Borsellino è d’esempio;  <<vorrei che in Sicilia si vivesse senza questo fenomeno, vorrei che in Sicilia non si morisse per mafia, vorrei che domani la Sicilia possa essere bellissima>> diceva il giudice – sottolinea il sindaco che conclude: “noi ce lo auguriamo e facciamo memoria e tesoro dei suoi insegnamenti e ringraziamo la fondazione per questo evento che ci ha aiutato a ricordare”. 

Durante la manifestazione sono intervenuti anche l’assessore Romina Aiello, il presidente della fondazione “La città invisibile”, Alfia MilazzoAngelo Niceta con la sua interessante testimonianza e l’avvocato Enzo Guarnera.