Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

 

 

Quattro mesi dopo la presentazione, da parte della Commissione, del Libro bianco sul futuro dell’Europa, il documento che ha avviato un dibattito paneuropeo che consentirà ai leader di definire la visione dell’Unione a 27, la discussione pubblica sulla questione sta decollando, raggiungendo potenzialmente, finora, più di 30 milioni di cittadini.

Nel documento, la Commissione ha prospettato cinque scenari di possibile sviluppo per l’UE per il prossimo decennio, generando un ampio dibattito sostenuto dalle istituzioni politiche e dalla società civile in generale. Tali scenari riguardano il programma di riforme dell’Unione, il mercato unico, l’incremento della cooperazione tra gli Stati membri e l’Unione in ambiti specifici, l’aumento dell’efficienza in alcuni settori e il miglioramento di risorse e processi decisionali. Gli scenari contemplano una serie di possibilità, i cui esiti variano a seconda del settore interessato. Sono di natura illustrativa, e non si escludono né si completano a vicenda.

Finora, circa 270 mila cittadini hanno partecipato a più di 1 750 eventi organizzati o sostenuti dalla Commissione, che proseguiranno nei prossimi mesi, mentre la partecipazione on line ha ottenuto un successo ancora più grande. I cittadini sono inoltre invitati a continuare a esprimere le proprie opinioni, in particolare in previsione del discorso annuale sullo stato dell’Unione del 13 settembre 2017, quando il Presidente Juncker delineerà la sua visione per il futuro dell’Europa.

Il discorso del Presidente Juncker sullo stato dell’Unione farà un primo bilancio sulle riflessioni relative al futuro dell’Europa. Il dibattito passerà poi nuovamente ai leader dei 27 Paesi che si riuniranno nel Consiglio europeo del prossimo dicembre.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *