Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

LA CISL MEDICI DI MESSINA PRESENTA PROPOSTE E SEGNALAZIONI PER IL TERRITORIO MESSINESE

                    

 

Il riordino della rete ospedaliera nella provincia di Messina è stato al centro dell’incontro che si è tenuto presso gli uffici dell’Assessorato regionale della Salute, tra l’assessore Baldo Gucciardi e le Organizzazioni sindacali mediche.

«Un incontro – spiega il segretario provinciale della Cisl Medici, Gianplacido De Luca – che, al di là dell’ottimismo molto “politico” dell’assessore Gucciardi, ha dato la sensazione di essere poco realistico visto che i tempi saranno lunghi, soprattutto per le assunzioni e le stabilizzazioni e che i pochi cambiamenti non saranno rispondenti alle vere necessità».

I sindacati, in un clima comunque di serena collaborazione e disponibilità, hanno rappresentato in sintesi le loro osservazioni e proposte in generale e, poi, in particolare per ogni singola provincia.  «È stato concordata – continua De Luca – la necessità di apportare alcune modifiche indispensabili al riordino della rete ospedaliera e conseguentemente ai singoli Atti aziendali con i relativi fabbisogni di personale. In tal senso, come Cisl Medici Messina abbiamo consegnato un promemoria con le nostre proposte».

La Cisl Medici di Messina ha, infatti, rappresentato sulla scorta di quanto scaturito nelle riunioni tenute con gli iscritti delle Aziende sanitarie e dell’Azienda provinciale, una serie di proposte e/o correttivi. Più nel dettaglio per l’Azienda “Papardo”. «Una serie di suggerimenti – spiega il segretario provinciale della Cisl Medici – in merito ad alcune unità operative e al fabbisogno di personale medico e assistenziale, in alcuni casi veramente deficitario, indispensabili per il mantenimento del III livello assistenziale. Criticità e richieste simili sono state segnalate anche per l’Azienda provinciale, per la quale è inderogabile la necessità di riequilibrio tra il territorio ionico e tirrenico».

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here