Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Una serata di musica, ricordi e di riconoscimenti per tutti quelli che nell’arco degli ultimi 50 anni hanno contribuito ad abbattere barriere e dare risposte ai disabili siciliani. E’ quella che si è tenuta ieri sera al Kikki Village di Modica, nell’ambito del gran galà dei 50 anni dell’Aias di Catania. Tra le personalità del mondo dello spettacolo e della politica che sono state invitate a premiare, anche il tecnico della Passalacqua Ragusa, Gianni Recupido, che ha premiato Leonardo Napolitano, atleta paralimpico campione di scherma, accettando di buon grado l’invito e sposando perfettamente la filosofia della società biancoverde, che è quella di coniugare sport pulito e solidarietà. “Gli atleti sono persone abituate a lottare contro le avversità e superare i propri limiti – ha detto Recupido – Sono orgoglioso di aver premiato Leonardo, perché un atleta come lui che continuamente supera e combatte limiti e difficoltà, può essere un esempio per la grande famiglia dell’Aias come per tutto il mondo dello sport. Per me è stato un grande onore essere chiamato a partecipare alla serata –ha proseguito il tecnico biancoverde – Oltre che allenatore, sono soprattutto un insegnante di sostegno e il coinvolgimento e le emozioni che ho provato sono stati davvero intensi. Noi sportivi tendiamo a esaltarci per il conseguimento di risultati importanti, ma per quanto rilevanti siano, di fronte ai quelli ottenuti dalle famiglie che promuovono e sostengono la crescita di questa associazione non possiamo fare altro che sentirci molto piccoli”. Ed a proposito di sport e solidarietà, non sono escluse nei prossimi giorni novità di una certa importanza da parte della società biancoverde.