Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

 

 La Polizia di Stato ha tratto in arresto Maranzano Alfonso 25enne pregiudicato e Buscemi Giovanni, 32enne incensurato, entrambi palermitani di viale Michelangelo, responsabili dei reati di furto, tentato furto aggravato in concorso su autovettura e ricettazione.

Agenti della Polizia di Stato appartenenti all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, in servizio di controllo del territorio, intorno alle ore 02.30, nel transitare lungo la via Veronese, hanno notato a breve distanza due individui allontanarsi a bordo di una Fiat Punto, a fari spenti.

Tempestivamente raggiunti, bloccati ed identificati i due giovani, tradendo una certa ansia ed insofferenza al controllo, hanno provato a giustificare la loro presenza in zona, riferendo di cercare oggettistica da rivendere al mercato di Ballarò e che l’auto su cui viaggiavano era stata loro prestata da un non precisato conoscente.

La vettura su cui sono stati sorpresi, ad un controllo in banca dati, è risultata oggetto di furto: presentava, infatti, evidenti segni di effrazione ed il cilindretto di accensione manomesso; al suo interno sono state rinvenute, inoltre, n.9 batterie per auto ed alcuni attrezzi atti allo scasso.

Altre pattuglie, nel frattempo intervenute, dopo un’accurata perlustrazione della zona interessata dall’intervento, hanno scoperto altri due mezzi “visitati” dai due topi d’auto: la prima, una fiat 600, presentava entrambi i cilindretti delle portiere forzati, il cofano aperto e la batteria spostata dalla sua sede, con i cavi di collegamento ai morsetti recisi; la seconda autovettura, una fiat Punto, oltre ai cilindretti delle portiere e l’alloggiamento dell’autoradio danneggiati, risultava priva della batteria.

Il Buscemi ed il Maranzano, alla luce di quanto accertato, sono stati tratti in arresto per i reati di furto e tentato furto aggravato in concorso e denunciati per il reato di  ricettazione.