Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Bianco consegna ecografo a onlus nell’ospedale Garibaldi di Nesima
Il sindaco ha consegnato all’associazione “Rinascendo” il macchinario acquistato anche grazie ai proventi del concerto di Ivan Cattaneo dello scorso anno al Cortile Platamone. Erano presenti il direttore generale Santonocito, il consulente per la sanità Santocono, la presidente della onlus Leonardi.
“La Catania che vogliamo prende corpo anche grazie a iniziative dal valore esemplare che rafforzano l’importanza della collaborazione a favore della collettività”.
 Lo ha detto il sindaco Enzo Bianco nel consegnare, nell’aula di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Garibaldi di Nesima, un ecografo all’associazione “Rinascendo” alla presenza del direttore generale Giorgio Santonocito e del consulente del primo cittadino per i rapporti con la Sanità, Francesco Santocono.
Il macchinario è stato acquistato con i proventi del concerto di beneficenza che Ivan Cattaneo ha tenuto gratuitamente nel Cortile Platamone nel luglio del 2016 e grazie all’importante donazione della “Dedalus”. A prendere in consegna l’ecografo è stata Angela Leonardi, presidente dell’associazione di volontariato -che collabora con l’ospedale – “Rinascendo”, creata per aiutare le donne affette da endometriosi e patologie oncologiche.  Erano presenti, fra gli altri, anche il consigliere comunale Mario Crocitti e la vicepresidente della V Circoscrizione Maria Grazia Felicioli.
Il Sindaco ha  voluto sottolineare come sia stata in particolare “la sinergia tra sanità pubblica, amministrazione comunale, privati e associazioni di volontariato a favorire l’istituzione di un  servizio che offrirà assistenza gratuita a tante donne”.
“L’associazionismo – ha confermato Santonocito – è la terza gamba del nostro servizio sanitario nazionale e una delle esperienze più importanti da portare avanti a beneficio di tutti”.
“L’obiettivo che ci eravamo posti un anno fa con il concerto – ha continuato Santocono –  è stato raggiunto e grazie anche all’importante contributo di sponsor, quali Dedalus, l’associazione  Rinascendo potrà  continuare a impegnarsi  perseguendo quei principi che condivide con la nostra struttura”.