Mannello Vincenzo
Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
    1
    Share

 

Giorni fa ho evidenziato la volontà politica governativa di portare l’età pensionabile a 73 anni,con trattamento da fame per i futuri pensionati..ora tocca a noi (più o meno “anziani”) leggete..

Ancora una volta il presidente dell’Inps Tito Boeri evidenzia come sia disfunzionale al sistema pensionistico il trattamento riservato agli “oltre 65enni” che, “garantiti” come sono, rischiano di aggravare la “frattura” con le nuove generazioni (che,di pensione,vedranno poco o nulla). Subdolamente volendo insinuare nella pubblica opinione la necessità di “tagliare” così gli importi delle pensioni spettanti ai “vecchi” per aumentare quelli (futuri e molto ipotetici) dei giovani…Ebbene,al netto della considerazione delle lotte spesso cruente che le precedenti generazioni hanno intrapreso per poi godere di questi diritti (lotte sconosciute a giovani e giovanissimi), rispondo al presenzialista presidente dell’ Inps con le parole che vorrebbe sentirsi dire :

“Boeri..se vuole,per farla contento,possiamo pure suicidarci in massa,felici di giovare alla sua causa ed ai cospicui emolumenti che percepisce” !!