Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
    1
    Share

 


Secondo i dati forniti dalla Ragioneria generale dello Stato i Paperoni del Pi, in termini salariali, sono i magistrati con una retribuzione media di ben 138.481 euro lordi l’anno; segue il personale di carriera prefettizia con un reddito di 94.117 euro e quello della carriera diplomatica con 93.183 euro.

Guarda caso, all’ultimo posto si trovano gli insegnanti con appena 28.343 euro. Restano sotto i 30mila euro (stima del 2014) le retribuzioni del personale dei ministeri (29.788) e delle Regioni ed autonomie locali (29.057).
In ogni caso, per tutti nell’ultimo anno lo stipendio è sceso di oltre 200 euro. Fa notizia la protesta dei VV.FF. che lamentano ben 7.139 euro di differenza media annuale tra la loro retribuzione e quella di un poliziotto che appartiene allo stesso Ministero dell’Interno e lo scarto di 1.895 euro in meno della media retributiva degli statali che, a loro dire, stanno seduti in ufficio e non rischiano la vita. Discorsi poco belli, certamente, ma che segnalano una sofferenza esistenziale notevole.
Quanto ai prof lasciamo perdere: se e quando si farà il nuovo contratto, sarà davvero un successo garantire a tutti l’elemosina promessa dopo otto anni di stallo! E la Ministra che auspica il raddoppio degli stipendi? Lasciamola dire ciò che vuole, compreso la legge 107/15 è una buona legge.
Per fortuna sia lei, Renzi, e gli altri pidiellini di vaglia, da qualche tempo non parlano più delle assunzioni!

CERIPNEWS LA NOTA XVII

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here