Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

A mettere i poliziotti sulle tracce delle bici era stato lo stesso proprietario, che, dopo aver denunciato il furto di sue cinque bici scomparse dall’androne di uno stabile del centro cittadino, ne aveva ritrovata una offerta in vendita, a “prezzo di saldo” su un sito di compravendite “online”.

I poliziotti del Commissariato di P.S. “Politeama” si sono, immediatamente attivati, contattando, prima via mail, e successivamente telefonicamente il venditore; questi, dopo aver dato delucidazioni sul prodotto in vendita, avrebbe fornito chiare indicazioni per fissare un incontro.

A quell’incontro, programmato nel cuore di Ballarò, fingendosi acquirente interessato, si sarebbe presentato un poliziotto.

Solo dopo avere avviato la trattativa per l’acquisto del velocipede con il proponente, un noto pluripregiudicato del quartiere, per altro ristretto in regime di detenzione domiciliare, l’agente si sarebbe qualificato, inchiodando l’interlutore alle sue responsabilità.

Ai poliziotti che lo incalzavano, in relazione alla provenienza del mezzo, l’uomo ha fornito argomentazioni blande, pretestuose ed attualmente al vaglio degli agenti.

Durante le fasi della perquisizione, i poliziotti, all’interno di un magazzino limitrofo all’abitazione del pregiudicato, ma non nella sua esclusiva disponibilità, hanno ritrovato due motocicli rubati recentemente.

Anche questi mezzi, come la biciletta, sono stati restituiti ai propietari.

Il pregiudicato è stato denunciato per il reato di ricettazione della bicicletta ed indagini sono in corso per risalire alle identità di ladri e ricettatori dei motocicli.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here