????????????????????????????????????
Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Proseguono, senza soluzione di continuità, i controlli della Polizia di Stato, in quei settori nei quali, tradizionalmente, si annidano sacche di illegalità e forme di illeciti amministrativi che, spesso, sfociano anche nel penale.

Da Partinico a Cefalu’, passando per la Cala e Mondello, sotto la lente d’ingrandimento, nel periodo estivo, anche e soprattutto, il fenomeno dell’abusivismo commerciale e della contraffazione delle merci.

Su questo fronte si è incentrata a Partinico l’attività di controllo dei poliziotti del locale Commissariato di P.S., coadiuvati da personale della Polizia Municipale di Balestrate, della Guardia Costiera di Terrasini, della Guardia di Finanza di Partinico, impegnati in tal senso nelle aree a maggiore frequentazione di turisti e bagnanti, come il litorale di Balestrate.

Nello specifico, come già accaduto qualche giorno fa, percorrendo via Madonna del Ponte, gli agenti hanno scorto in lontananza alcuni venditori ambulanti che, alla loro vista, si sono dati a precipitosa fuga, lanciando o tentanto di occultare la merce esposta alla vendita, poco prima esposta in bella mostra su bancarelle e tappeti imbanditi.

Gli agenti hanno, pertanto, recuperato e posto sotto sequestro centinaia di scarpe da tennis dei più noti marchi sportivi in commercio, decine di borse “false” di famose griffe, nonché centinaia di dvd di vari film.

A Cefalù, i poliziotti del locale Commissariato di P.S., coadiuvati da personale della Polizia Municipale e della Guardia di Finanza, hanno effettuato stringenti controlli anche sulla frequentatissima spiaggia; in questo caso, sono stati fermati e controllati numerosi ambulanti intenti ad offrire ai bagnanti cianfrusaglie ed articoli da mare. Effettuati sequestri ed elevate sanzioni del valore, complessivo, di 930,00 euro.

A Mondello, l’attività di controllo è stata espletata da personale del locale Commissariato di P.S., dai poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine, dalla Guardia di Finanza, dalla Polizia Municipale e della Capitaneria di Porto.

Le zone interessate dal capillare presidio sono state quelle di Mondello-Valdesi, Partanna Mondello ed Addaura.

In questo contesto, sono stati notificati due ordini di allontanamento ad altrettanti posteggiatori abusivi, sono stati sequestrati teli e parei venduti in spiaggia senza alcuna autorizzazione alla vendita e sequestrata anche la struttura abusiva di un esercizio commerciale di ortofrutta.

Una persona è stata deferita all’Autorità Giudiziaria per la costruzione abusiva di una tettoia in una zona a vincolo paesaggistico.

A fronte di queste irregolarità emerse, non ne sono state riscontrate nel corso dei controlli a numerosi lidi estivi e strutture di ristorazione.

Anche sul fronte delle violazioni del Codice della Strada, sono stati effettuati stringenti controlli: 51 le persone identificate e 18 i veicoli controllati, per un totale di 350,00 euro di sanzioni comminate.

Un’altra ampia porzione di territorio, sottoposta a stringenti controlli è stata quella della Cala e di piazza Marina e piazza Magione.

Ad effettuare l’attività ispettiva amministrativa ed il pattugliamento è stato il personale di polizia del Commissariato di P.S. “Oreto-stazione”, del Reparto Prevenzione Crimine e del Reparto Mobile, unitamente a personale della Polizia Municipale e della SIAE.

E’ stato accertato che un’attività commerciale itinerante, condotta attraverso un furgone posizionato all’altezza di “Porta Felice”, sfruttava un’allaccio abusivo realizzato attraverso un cavo collegato ad una cabina Enel.

A coadiuvare il titolare dell’illecita attività commerciale, denunciato per furto di energia elettrica, era uno straniero, 27enne, già destinatario di un provvedimento espulsivo.

Sequestrate anche le strutture di un esercizio commerciale di gastronomia itinerante ed abusivo, tra cui 2 tavolini in legno, 20 sedie, 4 panche in legno, 4 tavolini in plastica ed 1 congelatore.

Anche in questo caso, sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di circa 8.000 euro.

Nei pressi di piazza Magione sono stati sanzionati alcuni venditori ambulanti che esercitavano un’attività abusiva di vendita di bibite utilizzando dei banconi frigo,questi ultimi, insieme alle bibite contenute, sottoposti a sequestro.

I servizi, a Palermo e provincia, proseguiranno anche nei prossimi giorni.

 

1 COMMENTO

  1. L’unico vero modo, sicuro ed economico al contempo, per combattere la contraffazione è la serializzazione dei prodotti. Servizi come my-validactor offrono tutto ciò a prezzi vicini allo zero se non addirittura gratuitamente. Se solo lo si volesse davvero la contraffazione sarebbe facilmente contrastata con armi appropriate, disponibili, economicissime e italiane.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here