Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

“L’insediamento del Consiglio Comunale di ieri è stato un vero e proprio festival di voltagabbana”. Lo afferma Angelo Figuccia, presidente del Comitato per i diritti dei cittadini, che prosegue: “Ai tanti palermitani che lo scorso 11 giugno avevano dato fiducia a Ferrandelli come alternativa ad Orlando lascia davvero l’amaro in bocca vedere come l’ex pupillo del sindaco abbia ceduto armi e bagagli e si sia allineato al progetto orlandiano di rivotare lo stesso presidente del consiglio comunale. E tutto questo perché? Per quale motivo chi si è candidato ed ha ottenuto voti opponendosi all’attuale sindaco ha rinunciato da subito a fare opposizione? Ci auguriamo che Ferrandelli dia al più presto una spiegazione convincente di quello che è successo ieri a Sala della Lapidi.

Per non parlare del neo vicepresidente del Consiglio Giulio Tantillo, che, in perfetta continuità con il suo operato della scorsa consiliatura, invece di pensare a fare opposizione, motivo per il quale ha raccolto quasi 4000 voti da palermitani antiorlandiani, è entrato in pompa magna nella squadra di governo del sindaco.

Ad aumentare lo stato di delusione, come se non bastasse, l’atteggiamento del gruppo di Catania e compagni, che nei giorni scorsi avevano promesso fuoco e fiamme, ma, appena entrati in Aula, si sono trasformati in docili agnellini pronti a piegarsi ai voleri del gran capo Orlando. Davvero un pessimo biglietto da visita del nuovo Consiglio. I palermitani sperano che a tenere la schiena dritta siano di più rispetto a quelli visti ieri”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here