Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Il CGSI (Comitato Giovani Sordi Italiani) è un’associazione non profit presente su tutto il territorio nazionale, regionale e provinciale che da 23 anni stimola, propone e promuove l’inclusione sociale dei giovani sordi, dalla tenera età fino ai 30 anni, in ogni aspetto della vita sociale e civile sotto l’egida dell’Ente Nazionale Sordi italiani (ENS).

Da anni il CGSI organizza diverse attività, seminari, workshop e vacanze studio per bambini, ragazzi e adulti e quest’anno, come location della 10° Vacanza Studio Adulti ha scelto Siracusa, una tra le città più accessibili d’Italia: tutte le attività di natura turistica, religiosa e culturale vengono organizzate con l’ausilio di interpreti in lingua dei segni italiana (LIS). L’iniziativa è stata presentata stamattina con una conferenza stampa alla quale hanno partecipato l’assessore al Turismo di Siracusa, Francesco Italia, il sindaco di Sortino, Vincenzo Parlato, l’assessore al Turismo di Noto, Giusi Solerte, la presidente dell’associazione “Sicilia turismo per tutti”, Bernadette Lo Bianco, il presidente della sezione di Siracusa dell’Ente sordi italiani (Ens), Salvatore Risuglia, e il vice presidente nazionale CGSI e coordinatore del progetto, Alessio Savoca. Telefonicamente è intervenuto il sindaco di Ferla, Michelangelo Giansiracusa. Presenti anche i presidenti di Sicilia e di Siracusa del CGSI, Sonia Scionti e Antonino Brunetto, e Andrea Burgio, dello staff del progetto Vacanza Studio.

L’iniziativa è stata realizzata con la collaborazione del CGSI di Siracusa, del CGSI Regionale Sicilia, dell’ENS di Siracusa, con il patrocinio del comune di Siracusa e dei comuni di Noto, di Ferla e di Sortino, con l’Associazione “Sicilia Turismo per Tutti” e l’Associazione Guide Turistiche di Siracusa.

“Nel panorama delle località turisticamente accessibili – ha detto l’assessore Italia – Siracusa si è ritagliata un ruolo di primo piano e la decisione della comunità dei soggetti sordi ne è la conferma. Ciò, che è soprattutto una scelta di civiltà, apre prospettive nuove in termini di offerta. Voglio ringraziare gli altri comuni e tutti i soggetti pubblici e privati che hanno deciso di sostenere questa Vacanza Studio e hanno offerto un’occasione di crescita culturale a chi parte da una condizione svantaggiata ma ha gli stessi diritti e le stesse esigenze di conoscenza di tutti gli altri”.

La manifestazione è stata supportata da molte aziende siracusane e della provincia, come Beldì, Mondo Grafica, Polara, Unieurocity, Monile, Lol Hostel, oltre che dalle sezioni provinciali CGSI di Catania, Palermo, Ragusa e di Trapani, dal Consiglio regionale ENS Sicilia e dalle sezioni provinciali ENS di Catania, Messina e Siracusa.

La Vacanza Studio CGSI, che si svolgerà dal 27 Agosto al 3 Settembre 2017 e coinvolgerà 40 giovani sordi italiani di età compresa tra i 18 e i 30 anni, permetterà ai partecipanti di crescere culturalmente tramite gli incontri e i seminari tenuti da illustri relatori qualificati, i quali toccheranno temi sociali della comunità sorda rendendo i giovani più consapevoli della loro identità.

Il tema scelto per la decima edizione è “Scoprire le proprie competenze nascoste”. Si terranno visite a Siracusa e nei dintorni accedendo ai numerosi siti culturali e alle mostre di livello internazionale come “La Porta dei Sarcofagi” e l’esposizione del fotografo Steve McCurry alla Chiesa di San Francesco di Assisi.

Durante la settimana i partecipanti, oltre a maturare la convinzione che la sordità non è un limite ma una caratteristica fisica da valorizzare e da considerare come una risorsa, rafforzeranno la propria autonomia ed accresceranno la fiducia in loro stessi perché i sordi devono essere i veri protagonisti senza alcuna discriminazione ed emarginazione.

Il sindaco di Sortino, dopo avere manifestato apprezzamento la manifestazione, ha anticipato due iniziative che vanno nel senso del turismo accessibile. “Come presidente dell’Unione dei comuni – ha detto Parlato – annuncio che presto saranno disponibili 3 pulmini attrezzati per i soggetti con disabilità che consentiranno di spostare i visitatori da centri più gettonati per visitare i comuni dell’entroterra; la seconda è che il 16 e il 17 settembre Sortino diventerà la capitale dei celiaci siciliani con un evento che richiamerà le aziende alimentari del settore le quali illustreranno i procedimenti di preparazione del cibo e la accortezze che famiglie devono osservare”.

Dal sindaco Sortino è arrivato anche un invito a fare squadra per la promozione turistica di tutta la provincia, invito raccolto dall’assessore Solerte. “ Il comune di Noto – ha detto – è sempre attento al sociale e non poteva non accogliere l’invito a collaborare con gli altri centri in questa iniziativa. Per i partecipanti è un’opportunità di integrazione e formazione, per noi un ulteriore passo verso il consolidamento della ‘brand reputation’ della nostra città in sinergia con gli altri comuni Patrimonio dell’Umanità Unesco. Siamo convinti che un sistema di rete costituisca la marcia in più per un’offerta turistica innovativa, di successo e aperta a tutti”.

“Costruire una rete di amministrazioni che promuovono il proprio territorio attraverso l’accessibilità – ha affermato il sindaco Giansiracusa – è un obiettivo ambizioso che, anche grazie a questa iniziativa, stiamo sperimentando in concreto”.

Per Bernadette Lo Bianco, “la Sicilia è indirizzata a diventare un’eccellenza del turismo accessibile. È importante – ha aggiunto – che i partecipanti alla vacanza-studio abbiano deciso di visitare altri comuni Unesco perché la loro esperienza, una volta tornati in sede, sarà trasferita a tutta la comunità sorda, sia direttamente che attraverso i sociali, che per loro rappresentano uno strumento di comunicazione importante e molto utilizzato”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here