Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Agenti della Squadra Mobile di Palermo, hanno tratto in arresto due pregiudicati palermitani, il 23enne ROMEO Salvatore ed il 19enne Bellone Antonino Salvatore, poiché responsabili del reato di furto con destrezza, aggravata.

In realtà, sono due i borseggi contestati ai malviventi, entrati in azione sulla stessa linea, la “101”, in rapida sequenza.

A fare le spese della molesta abilità dei malviventi due giovani turiste italiane che si sono viste private dei rispettivi portafogli.

Il primo furto è la dimostrazione di come quella del borseggio sia un’ “arte” non soltanto manuale ma anche piscologica: la vittima, accuratamente scelta tra i turisti che affollavano il “101”, al capolinea della stazione centrale, è stata avvicinata nell’atto di salire a bordo del mezzo Amat, con al seguito numerosi bagagli; uno dei due borseggiatori, con falsa galanteria, ha addirittura aiutato la malcapitata a salire sul mezzo, conquistandone definitivamente la fiducia offrendosi di obliterarle il biglietto; quando quest’ultimo malvivente, caratterizzato da una vistosa fasciatura al braccio, si è apparentemente defilato, è entrato in azione il complice che si è posizionato a ridosso della vittima e l’ha urtata ripetutamente, approfittando delle brusche frenate del bus; E’ stato, plauisibilmente, in questa fase che i due complici hanno sottratto il protafogli alla donna; quest’ultima si è accorta dell’ammanco quando l’uomo dal braccio fasciato ed il complice hanno velocemente abbandonato il mezzo.

E’, così, scattata la segnalazione al “113” e sono state diramate le note di ricerca alle pattuglie della Polizia di Stato.

Prima che gli agenti riuscissero ad individuare i due borseggiatori, questi sono riusciti a sottrarre un secondo portafogli ad un’altra turista borseggiata pressappoco con le stesse modalità.

I due sono stati fermati in pieno centro dai poliziotti della “Sezione Contrasto al Crimine Diffuso” che li ha riconosciuti e condotti presso gli uffici della Mobile palermitana.

Le vittime li hanno riconosciuti ed è così scattato l’arresto.

Fin’ora, un solo portafogli, quello relativo al primo borseggio, è stato recuperato dai poliziotti.

I due sono sospettati di avere compiuto altri, analoghi furti nel recente periodo: indagini e verifiche sono in corso in tal senso.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here