Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Può capitare che, per ragioni di spazio, un automobilista debba posteggiare la propria autovettura a poca distanza da quelle vicine, pur rimanendo all’interno dei limiti consentiti per la manovra: un fatto per nulla speciale, se le macchine vicine appartengono a persone di normale capacità di guida.

E sono proprio queste che, probabilmente, mancavano al settantasettenne P.S. il quale, considerando eccessiva la vicinanza della Fiat 500X posteggiata contiguamente al proprio veicolo, ha voluto lanciare un inequivocabile “segnale” intimidatorio, o forse una punizione per le manovre in più che sarebbe stato costretto a fare per uscire dal posteggio, rigando con un oggetto appuntito l’auto ritenuta responsabile dell’”affronto”.

Ma gli agenti del Commissariato Borgo Ognina, che non hanno minimamente sottovalutato la denuncia del proprietario della 500 danneggiata, lo hanno individuato e denunciato all’A.G. per danneggiamento aggravato.

Le indagini prendono vita proprio dalla denuncia sporta presso il Commissariato e si sono avvalse di riprese effettuate da sistemi di videosorveglianza installati sul luogo del delitto (perché di questo si tratta) e di testimonianze di persone che sono state ritenute utili alle investigazioni.

È stato così che quello che molti automobilisti hanno avuto la spiacevole sorpresa di sperimentare nel riprendere la propria vettura si è trasformato in contestazione di reato nei confronti del 77nne che, peraltro, annovera precedenti per reati contro la persona.

Adesso, oltre al procedimento penale innanzi a un giudice, l’uomo verrà anche segnalato alla Motorizzazione Civile per l’eventuale accertamento della sussistenza dei requisiti richiesti per la guida.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here