Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Stamattina si è tenuta una seduta congiunta della Sesta e Settima Commissioni per affrontare il tema del regolamento relativo all’attività di trasporto delle motocarrozzette. A renderlo noto Sabrina Figuccia, consigliere comunale e componente della VII Commissione, che afferma: “Numerosi e spiacevoli fatti di cronaca hanno fatto emergere delle anomalie per quanto concerne la configurazione giuridica dei cosiddetti apecalesse. Questi hanno comportato nei fatti una difficile gestione da parte della Polizia Municipale in caso di controlli. Per questo, ho ritenuto necessario, insieme ai colleghi della commissione, affrontare la questione, ascoltando gli organi preposti. È emerso un quadro davvero sconfortante, che evidenzia tutte le criticità di un regolamento approvato in fretta e furia alla vigilia delle scorse amministrative, malgrado i pareri critici espressi, già in quella fase, dal commissario dei vigili Antonino Buffa e dal vice comandante dei caschi bianchi Luigi Galatioto, che con una lunga relazione, avevano addirittura parlato di “non conformità ai principi giuridici in materia”, di “definizione inidonea” e addirittura di “censurabilità di regolamenti in contrasto con le norme comunitarie, statali e regionali”. Quelle che allora erano state delle legittime osservazioni, si sono oggi trasformate in concrete difficoltà di gestione da parte dei vigili  ai quali, pare, non siano state fornite direttive precise e specifiche modalità di intervento. Ad aggravare la situazione la mancata conversione dei libretti di circolazione da parte della Motorizzazione, nonostante la richiesta già inoltrata dal SUAP. Tutto questo sta comportando grandi disagi per cittadini, per i turisti per gli organi di controllo e per gli stessi conducenti dei mezzi. Dopo la seduta di oggi, che ha confermato tutti i dubbi e le perplessità, ritengo sia necessario porre fine a questa situazione e in attesa di sapere come procederà la Motorizzazione per la conversione dei libretti, ritengo necessario sentire tutte le parti coinvolte al fine di valutare la revoca dell’attuale regolamento e lo studio di una nuova proposta, che, come in passato già suggerito dai vertici della Polizia Municipale, nel rispetto dell’ordine gerarchico delle fonti normative, non rechi elementi di censurabilita’ e che consenta a questi mezzi di trasporto alternativi, di rappresentare un più efficace strumento per cittadini e turisti, alimentando così il tessuto produttivo locale”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here