Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ancora un suicidio in Sicilia  nell’ambito del Corpo di Polizia Penitenziaria.

Un agente penitenziario in servizio nel Nucleo Traduzioni e Piantonamenti del carcere di Palermo Pagliarelli si spara in casa con pistola d’ordinanza.

“Sempre e solo dolore –  dichiara Maurizio Mezzatesta  dell’Ugl Polizia Penitenziaria – purtroppo,  assistiamo ancora una volta  all’ennesimo suicidio di un collega, sono amareggiato, conoscevo il collega, serio, umile e professionale un gran padre di famiglia, un muro di gomma si oppone alle nostre continue denunce a tutela della sicurezza del nostro delicatissimo comparto”.

Sulla vicenda interviene,  si apprende da una nota,  anche la Segreteria Regionale in Sicilia dell’Ugl Polizia Penitenziaria, proclamando una manifestazione con sit-in e sciopero della fame dinanzi all’istituto  Ucciardone dal 18 settembre al 24 settembre, allo scopo di segnalare all’opinione pubblica le pessime condizioni lavorative, quindi le condizioni precarie e la mancanza di sicurezza  in cui versa il personale di Polizia Penitenziaria operante nell’isola.

 

Ciao, ti invito o a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.