Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

 

Nel primo caso, una pattuglia dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico ha sorpreso, per ben due volte, a distanza di poche ore in via Licoln, Sardina Giacomo, 50enne della Kalsa.

L’uomo, durante i passaggi degli agenti, è stato sorpreso in “servizio permanente effettivo” di parcheggiatore abusivo, intento a dirimere il traffico in entrata ed in uscita da un’area stradale adibita a parcheggio, ovviamente in cambio di un corrispettivo in denaro preteso dagli automobilisti.

Ciò che aggrava la condotta di Sardina è che il malvivente avrebbe dovuto trovarsi in regime di detenzione domiciliare all’interno della sua dimora alla Kalsa.

L’uomo, in entrambe le circostanze, alla vista degli agenti, ha finto indifferenza, la prima volta allontanandosi su strada e la seconda simulando di essere cliente di un noto e vicino bar.

Sardina è stato fermato e tratto in arresto per il reato di evasione.

Quasi contestualmente, stavolta a Mondello, in viale Galatea, i poliziotti del locale Commissariato di P.S. sono intervenuti per evitare che degenerasse una lite, nata dalle insolenti ed importune richieste di un parcheggiatore abusivo ghanese, di 38 anni.

La lite di viale Galatea tra il ghanese ed un palermitano aveva avuto il suo prologo in via Circe laddove il ghanese aveva schiaffeggiato l’automobilista palermitano, “reo” di aere rifiutato il denaro preteso per avere consentito il parcheggio dell’auto .

In entrambe le circostanze, i poliziotti hanno sequestrato il denaro di cui i fermati sono stati trovati in possesso, ammontante ad alcune centinaia di euro e ritenuto illecito provento dell’attività abusiva.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here