Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

In tutto 60 dipinti 50×70, realizzati dal 2015 a oggi, che raccontano un percorso di vita e di passioni nel quale il colore è fondamentale.

«Racconto il coraggio che riesco a trovare nell’esprimere la mia libertà di pensiero, di parole, di idee, di un domani, di un futuro attraverso i colori. A occhi chiusi e con tutta la spontaneità che conosco – spiega l’artista – scopro l’emozione e con la fantasia, sognando, viaggio lontano immaginando un mondo pieno di gioia, un mondo colorato, un mondo fantastico».

Lungo e articolato il viaggio che Pippo Falcone fa prima di arrivare alla pittura, passando dal teatro che lo aiuta a mettere in scena quello che è e sente veramente per approdare alla fotografia – alcuni suoi scatti si trovano al Museo Pitrè di Palermo – e giungere alla pittura, combattendo con i colori le ombre della sua vita, “navigatore solitario” in cerca di un’isola di pace creata da e per l’arte.

«I miei scarabocchi – aggiunge Falcone – diventano la danza, la musica, la libertà di pensiero e di espressione artistica. Anche le ombre sono una parte creata dal sole e spetta a noi con i nostri colori dar loro vita”.

Vita che, per Pippo Falcone, significa anche impegno nel sociale. Lo dimostra il fatto che 10 delle opere in mostra andranno agli Angeli della Notte e altre 10 al Centro Padre Nostro di Brancaccio. Entrambe le realtà le potranno utilizzare per sostenere le loro tante attività.

All’inaugurazione sarà presente il critico d’arte Paolo Battaglia La Terra Borgese.

La mostra si potrà visitare tutti i giorni, dalle 9 alle 18, sino all’8 ottobre. Info: 389.6088989.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here