Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque, è stato sentito stamani,  dal GIP, il giudice per le indagini preliminari nell’ambito dell’inchiesta condotta dalla procura di Termini.

«Oggi ho scelto di rendere dichiarazioni spontanee e di non avvalermi della facoltà di non rispondere – dichiara il primo cittadino di Bagheria – Spero di aver chiarito la mia posizione e di aver fornito tutti gli elementi e i documenti utili a chiarire l’estraneità ai fatti a me contestati

Non aggiunge altro il sindaco in merito all’inchiesta, si rivolge invece ai cittadini, che per esprimere tutta la loro solidarietà, hanno deciso  di organizzare una marcia spontanea per domani pomeriggio, in suo sostegno.

Cinque desidera dissuaderli dal loro proposito: «Ho saputo che volete fare una marcia di solidarietà nei miei confronti. Vi ringrazio per questo gesto ed è come lo aveste fatto. Vi ringrazio per la vicinanza umana, tuttavia non voglio che il vostro gesto venga strumentalizzato. Non voglio che qualcuno dica, per errore, che i miei cittadini marciano contro la Magistratura. Noi crediamo nello Stato, e abbiamo fiducia che la verità emerga sempre. Ci ritroveremo insieme giorno 14 ottobre per il “giorno della Restituzione”

Così il primo cittadino di Bagheria che ringrazia anche tutti coloro che gli hanno manifestato via social, o con messaggi privati, attestati di vicinanza e solidarietà.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here