Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 1.2K
  •  
  •  
  • 17
  •  
  •  
    1.2K
    Shares
Cristoro Rubino per tutti Fofò
G.C.
 Ho il cuore a pezzi …la gola chiusa …gli occhi pieni di lacrime ….la testa che mi scoppia….
Alle 17,55 di oggi varco il portone della Squadra Mobile per lavoro…trovo un capannello di colleghi con i volti tirati e gli occhi lucidi….
Che succede ? …..Peppino mi dicono, si è spento FOFO’ pochi minuti fa sul letto di casa …..
Sono impietrito ….mi sorreggo a stento ….ricordo la sua voce il suo sorriso il suo essere “Sbirro nell’animo” ….
Ricordo Te come collega ed amico…come poliziotto da strada come Guerriero , sembravi imbattibile ed invincibile ….ti vedo ancora per le strade di questa città, a cui hai dato tanto …il tuo essere …la tua persona la tua immagine …
I tuoi sacrifici saranno ricordati come quelli che gli Uomini giusti fanno e danno per un mondo migliore ….
Fofo’ non so che dirti amico mio…spero tanto che nel posto dove sei adesso possa trovare la pace e la serenità che in questi ultimi mesi ti era venuta a mancare …..
Ci vediamo dall’altra parte Amico Mio….
Voglio ricordarti così è far sì che gli altri possano ricordarti così…per come sei…..
Una persona speciale ……
Riposa in pace …..e veglia su tutti Noi….
Ciao FOFO’
V.I.
P.P.

Caro Fofò resti sempre il ragazzone che ho conosciuto appena arrivato alle Volanti di Palermo , l’amico sincero goliardico con glia amici e molto serio da fare paura con i delinquenti , vero e giusto come ti hanno soprannominato , per me resti sempre l’amico carissimo Fofò , Riposa in pace

La mia vita legata ad una divisa

PALERMO BUON VIAGGIO FOFÓ Un passato tra volanti e falchi. È morto oggi a 53 anni, il palermitano Cristoforo Rubino, agente della Squadra Mobile, che per un breve periodo aveva fatto la scorta anche al giudice Giovanni Falcone. Ha lottato contro la malavita, poi contro un male incurabile, che lo aveva colpito sei mesi fa.Era grande e grosso, soprannominato “Hulk”, componente della Falco 65 bis. Maestro delle intercettazioni telefoniche. Aveva partecipato a tante operazioni antimafia. Tra le tante, una in particolare: l’arresto del boss della Kalsa Lauricella, detto “Scintilluni” avvenuto nel 2011.
Considerato dai colleghi un’icona, così come ricorda uno dei suoi amici su Facebook. Il suo è un lungo addio di ricordi e ammirazione per il collega scomparso. “Un grande uomo, un grande poliziotto Fofò”.
E ancora: “Io ti ricorderò così: un amico come te non si dimentica, un amico come te si ricorda tutti i giorni a tutte le ore perché sono quelli come te a rendere bella l’amicizia, a fare sentire speciali le persone, a dar valore anche alla singola ora passata insieme”.
L’amico e collega, ha lavorato con lui 16 anni, come spiega nel lungo post che scrive con il cuore in mano, con il dispiacere per la perdita di una persona cara, un amico vero “una spalla su cui piangere”.
Un’amicizia che resterà per sempre tale, anche adesso che “Penna bianca” (altro soprannome di Rubino) non c’è più: “Non sai quanto mi mancherai… ti voglio bene e te ne vorrò sempre” – conclude il collega.

F:M.

Riposa in pace Fofo‘ 
🙏
. E’ morto Cristoforo Rubino, per tutti “Hulk Hogan”: addio al poliziotto che faceva tremare i boss
„Era grande e grosso. E faceva paura. Anzi, terrorizzava i criminali. Adesso Cristoforo Rubino, poliziotto della Squadra Mobile assai noto in città, non c’è più. Il Falco ha spiccato il volo. Si è arreso a un male incurabile, che sei mesi fa aveva iniziato ad aggredirlo. “Hulk Hogan” – così come era conosciuto da tutti a Palermo – è morto oggi a 53 anni. Tra gli episodi per cui è ricordato c’è l’arresto del boss della Kalsa, Lauricella, detto “Scintilluni”, nel 2011. Perché “Hulk”, soprannome derivato dal noto personaggio del wrestling, più si arrabbiava e più diventava forte e cattivo. Sarà per questo che negli ambienti della malavita si dice che Rubino fosse il più temuto tra i poliziotti.“!

P.s. Rip in pace Sbirro buono 

R.R.
G.T.
Addio fofo ‘ …..anzi per me eri papa’..come ti piaceva che ti chiamassi in squadra quando lavoravamo insieme. …sii forte …buono…e generoso. ..anche lassù come lo eri quaggiù. ….buon viaggio o papà
L.L. 

Quando si spegne la luce della vita in un collega, un grande uomo, è sempre un attimo triste.. ma da stasera la Polizia di Palermo ha davvero un vuoto incolmabile in più…
Addio Fofò.

D.C.

Addio caro “”Fofò”” (RUBINO Cristoforo) dopo aver dato tutto ed essere stato per tanti anni un GRANDE poliziotto, terrore dei mafiosi, una malattia di merda ti ha ucciso togliendo ai buoni e bravi cittadini una persona che ha lottato contro ogni malavitoso senza paura.
Non ti dimenticherò mai…..
che tu possa riposare in pace. (Giovanni)

A.P.

Addio collega Cristoforo, un altro pezzo importante della polizia palermitana se ne va.
Grazie Fofò Rubino, dal profondo del cuore ….. Poliziotto di razza!!!!

G. IL P.

motociclista ducatista , ma sopratutto un falco in servizio a Palermo…conosciuto qualche anno fa al dsd a Racalmuto… rip

T.C.

Questi sono i poliziotti che vogliamo in Italia…ciao Fofò

M. B.
R.I.P. Fofo‘ lasci un grande vuoto in tutti noi
M.C.

ONORE A FOFÒ. I GRANDI VANNO RICORDATI E PIANTI. HA LASCIATO UN VUOTO INCOLMABILE. ONORIAMOLO: ERA UN POLIZIOTTO ITALIANO

P.P.

Buon viaggio Falco.

“Come lui a Palermo non ce ne sono più – dice un collega che ha lavorato al suo fianco per 16 anni -.
Fofò era uno con le palle. Ogni giorno, ogni ora, ogni attimo l’abbiamo vissuto come se non ci fosse un domani.
Ricorderò sempre le “guerre” in cui ci siamo catapultati e che abbiamo sempre vinto. Perché io sapevo di avere al mio fianco un grande uomo, un grande poliziotto, un grande amico.
Mi dicevi sempre: ‘Se mi chiami e mi dici che dobbiamo andare all’inferno, 5 minuti e arrivo’.
E spesso ci siamo andati all’inferno e qualche volta hanno anche provato a farci rimanere lì.
Ma siamo ritornati sempre vincenti e a testa alta.
Ed ora passeremo tutti i giorni a ricordarti.
Chi ti ha conosciuto sa che di storie bellissime, emozionanti, eroiche, di lavoro e di vita reale ce ne sono a milioni.
Sei stata l’icona di noi “sbirri pinguinazzi sbarbatelli” che facevamo a gara per lavorare con te. Sei stato il terrore di molti, che solo a vederti gironzolare con la moto tremavano e scappavano.
Oggi Palermo ha perso un’icona.
Sono sicuro che tu sarai sempre seduto in moto con me, come sempre dietro, a stringere le gambe e strillare con la tua “vociona rauca” ma sempre pronto a consigliarmi e proteggermi come hai fatto sempre.
Addio Fofò“.

P.C.

E’ morto Cristoforo Rubino a 53 anni prematuramene . Per tutti “Hulk Hogan”: addio al poliziotto di Palermo che faceva tremare i boss. CIAO FOFÒ! SIAMO VICINO ALLA FAMIGLIA E A TUTTI I COLLEGHI DELLA POLIZIA DI STATO.
Passione Carabinieri by Fiammetta
L’ultimo volo del Falco 65 bis: è morto “Hulk Hogan”, il poliziotto che faceva tremare i boss
Cristoforo Rubino, agente della Squadra Mobile, tra i più noti in città, si è spento a 53 anni. Un passato nella scorta di Falcone, catturò il boss della Kalsa, “Scintilluni”: “Era il terrore della malavita, quando lo vedevano con la
Era grande e grosso. E faceva paura. Anzi, terrorizzava i criminali. Adesso Cristoforo Rubino, poliziotto della Squadra Mobile assai noto in città, non c’è più. Il Falco ha spiccato il volo. Si è arreso a un male incurabile, che sei mesi fa aveva iniziato ad aggredirlo. “Hulk Hogan” – così come era conosciuto da tutti a Palermo – è morto oggi a 53 anni. Tra gli episodi per cui è ricordato c’è l’arresto del boss della Kalsa, Lauricella, detto “Scintilluni”, nel 2011. Perché “Hulk”, soprannome derivato dal noto personaggio del wrestling, più si arrabbiava e più diventava forte e cattivo. Sarà per questo che negli ambienti della malavita si dice che Rubino fosse il più temuto tra i poliziotti.
Palermitano doc, era componente della Falco 65 bis. Per i colleghi era un maestro a fare gli sbobinamenti delle intercettazioni telefoniche, anche se è ricordato forse di più per la cattura di tanti latitanti e per avere partecipato a numerose operazioni antimafia. Per un piccolo periodo ha fatto parte della scorta di Giovanni Falcone. Da lì in poi tantissimi anni tra volanti e Falchi. Ma la sua specialità era la criminalità organizzata: scippi, rapine, spaccio. E una lunga sequenza di soprannomi, perché Rubino era uno che sapeva farsi volere bene. Quando era giovane lo chiamavano Penna Bianca e Ravanelli, per quella tendenza all’incanutimento precoce, come l’ex attaccante della Juventus.

“Come lui a Palermo non ce ne sono più – dice un collega che ha lavorato al suo fianco per 16 anni -. Fofò era uno con le palle. Ogni giorno, ogni ora, ogni attimo l’abbiamo vissuto come se non ci fosse un domani. Ricorderò sempre le “guerre” in cui ci siamo catapultati e che abbiamo sempre vinto. Perché io sapevo di avere al mio fianco un grande uomo, un grande poliziotto, un grande amico. Mi dicevi sempre: ‘Se mi chiami e mi dici che dobbiamo andare all’inferno, 5 minuti e arrivo’. E spesso ci siamo andati all’inferno e qualche volta hanno anche provato a farci rimanere lì. Ma siamo ritornati sempre vincenti e a testa alta. Ed ora passeremo tutti i giorni a ricordarti. Chi ti ha conosciuto sa che di storie bellissime, emozionanti, eroiche, di lavoro e di vita reale ce ne sono a milioni. Sei stata l’icona di noi “sbirri pinguinazzi sbarbatelli” che facevamo a gara per lavorare con te. Sei stato il terrore di molti, che solo a vederti gironzolare con la moto tremavano e scappavano.
Oggi Palermo ha perso un’icona. Sono sicuro che tu sarai sempre seduto in moto con me, come sempre dietro, a stringere le gambe e strillare con la tua “vociona rauca” ma sempre pronto a consigliarmi e proteggermi come hai fatto sempre. Addio Fofò”

 

Aggiornamento :

 

Giuseppe Cusenza

Non ho voglia di scrivere ….nn voglio commentare …..oggi per Noi tutti è una bruttissima giornata che , difficilmente si potrà dimenticare ….buon viaggio FOFO’……

 

1 COMMENTO

  1. Carissimo fofò
    Guardando tutti i giorni le strade del centro città mi ricorderò di quando ero ragazzino e di quando ti fermavi e ci dicevi ” ragazzi tutto a posto ? Vi raccomando ricordatevi che se fate casino io non vi arresto vi rimepio di legnate e poi vi porto a casa ed il resto ve li da vostro padre ”
    R.i.p. fofò resterai sempre nei nostri cuori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here