Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

LICARI Carmelo

Personale della Squadra Mobile di Catania – “Sezione Antidroga” e del Commissariato Sezionale di P.S. Nesima apprendeva che LICARI Carmelo, pregiudicato, aveva realizzato in un appezzamento di terreno in agro di Ragalna (CT) una coltivazione di marijuana.

Effettuati preliminari accertamenti, il citato personale eseguiva una mirata attività di osservazione finalizzata al controllo del citato appezzamento di terreno ad esito della quale, accertata la presenza di LICARI Carmelo in loco, il personale decideva di intervenire.

La perquisizione eseguita all’interno dell’appezzamento di terreno consentiva di individuare un vano sotterraneo, adibito a serra, ove venivano rinvenute e sequestrate n.140 piante del tipo cannabis in fase di crescita, sostanza stupefacente già essiccata del tipo skunk per un peso complessivo di kg.1 nonché materiale per la coltivazione dello stupefacente.

Le piante venivano coltivate grazie ad un impianto di areazione con un sistema di ventole per il ricambio dell’aria, all’utilizzazione di diverse lampade alogene in alluminio, complete di paraluce necessarie per il riscaldamento, fertilizzanti, etc.

Veniva, altresì, accertata la presenza di un’apposita area adibita all’essiccazione e stagionatura della marijuana.

Da un controllo eseguito con l’ausilio di tecnici ENEL, si accertava che era stato realizzato un allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica per l’illuminazione della serra.

Contestualmente, ad esito di altra perquisizione eseguita in un altro appezzamento di terreno in agro di Ragalna (CT) di proprietà del medesimo LICARI, sono state rinvenute e sequestrate n.3 piante del tipo cannabis, per un peso complessivo di kg.3.

Espletate le formalità di rito, LICARI è stato associato presso il carcere di Catania piazza Lanza.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here