Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

I Carabinieri della Compagnia di Palermo Piazza Verdi, lo scorso venerdì pomeriggio, hanno effettuato un servizio di controllo del territorio nel quartiere “Capo”.

Nel corso di tale servizio i Carabinieri hanno tratto in arresto per il reato di  detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, L. g., nato e domiciliato a Palermo, classe 1993.

A seguito della perquisizione personale il giovane in menzione è stato trovato in possesso di  54 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish, di 29 grammi  di sostanza stupefacente del tipo marijuana già suddivisi in dosi e la somma di 55,00 euro in banconote di piccolo taglio ritenuto provento dell’illecita attività.

Il giovane è stato condotto agli arresti domiciliari in attesa del giudizio per direttissimo.

Dopo la convalida dell’arresto L.g è stato sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Nel corso del medesimo servizio i Carabinieri della Stazione di Palermo Centro hanno arrestato per il reato di furto, G.f.p. nato a Palermo, classe 1977, poiché a seguito del controllo con il supporto dei tecnici dell’E.N.E.L. è stato accertato che aveva allacciato abusivamente alla rete elettrica cittadina l’impianto della panineria di cui è il  gestore (piastre elettriche, fornetti,  frigorifero, congelatori, piccoli elettrodomestici ed utensili vari tutti alimentati senza alcun onere).

L’uomo è stato condotto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa di essere tradotto presso il Tribunale di Palermo per il giudizio per direttissimo e dopo la convalida dell’arresto è stato sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Ed ancora, al giungere dei Carabinieri, C.g., nato e residente a Palermo, classe 1978, si arrampica sul tetto dell’esercizio commerciale e profittando della circostanza che  stava sistemando  le luminarie, stacca l’alimentazione abusiva della detta panineria.

Colto sul fatto è stato deferito in stato di libertà per  favoreggiamento.