Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Non è riuscita una rimonta che sarebbe stata memorabile alla Passalacqua Ragusa che ieri sera a San Martino di Lupari ha perso con le padrone di casa di coach Abignente per una sola lunghezza, con il punteggio di 60-59, fallendo l’ultima conclusione con Consolini che avrebbe potuto regalare la vittoria. Dopo essere stata anche sotto di 20 lunghezze, complice un inizio molle soprattutto in difesa, la formazione biancoverde è uscita con tutt’altro piglio nel terzo quarto, cominciando a stringere le maglie difensive e trovando le giuste contromisure in attacco.

Alla fine è arrivata anche la potenziale palla della vittoria con il possesso a 23 secondi dalla fine. Consolini sbaglia, Mahoney prende il rimbalzo con ancora 5 secondi e Ragusa non fa fallo: San Martino festeggia la prima vittoria in campionato. “Loro hanno messo in atto una difesa durissima, mettendoci sempre le mani addosso e noi non abbiamo fatto altrettanto – commenta coach Gianni Recupido – il terzo quarto è stato più equilibrato perché ci siamo messi a difendere, ma è chiaro che dovevamo farlo dall’inizio, d’altra parte qualcosa si paga giocando in coppa ed il problema è stato che pur sapendolo siamo stati mosci, dovevamo difendere meglio nei primi due quarti.

Poi lo abbiamo capito, alla fine siamo arrivati lì, ed è la seconda volta che abbiamo la palla per vincere la partita ma la falliamo. Detto questo, è chiaro che non si può arrivare sotto di 20 punti perché poi lo sforzo è immenso, soprattutto quando ci sono tutti questi impegni ravvicinati. E’ una mentalità che dobbiamo acquisire. In ogni caso ci sono tantissime cose positive, perché si vede ed è chiaro a tutti che ancora la squadra è in costruzione e per quanto mi riguarda vedo ampi margini di miglioramento. Siamo convinti che la squadra sia costruita con grande equilibrio, purtroppo abbiamo perso due partite in campionato già nelle prime tre giornate, ma mi fa molto piacere la mentalità che c’è stata nella rimonta. Dobbiamo ripartire da qui e migliorare, sperando di riavere presto in squadra Spreafico che ci dà maggiori rotazioni tra le esterne e un’arma in più dall’arco dei tre punti”. Per Kuster e compagne adesso doppio impegno casalingo: giovedì 19 ottobre è in programma il debutto casalingo in casa in Eurocup con la formazione portoghese del GdEssa Barreiro, a cui seguirà il match casalingo di campionato con la Dike Napoli di domenica 22 ottobre.