Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Personale della Squadra Mobile Sezione “Contrasto al Crimine Diffuso”, in servizio moto-montato, percorrendo la zona del rione “Borgo”, notava due individui, successivamente identificati per i predetti BORCHIERO Salvatore e RACITI Salvatore, viaggianti a bordo di uno scooter Honda Sh 300 i quali, alla vista dell’equipaggio, dopo essersi disfatti di una mazza da baseball, lasciandola cadere sul manto stradale, si davano alla fuga per evitare il controllo

Borchiero Salvatore
Raciti Salvatore

 

I predetti, bloccati in via P. Bentivoglio, durante la fuga si disfacevano di un oggetto avvolto in un pezzo di stoffa, di colore bianco e blu, del cui possesso non fornivano alcuna spiegazione.

A seguito di un oculato controllo, eseguito con l’ausilio di altro personale, veniva rinvenuta e sequestrata, nelle immediate vicinanze del luogo ove i predetti erano stati fermati, una pistola Beretta cal. 6.35, con matricola abrasa, completa di caricatore con due cartucce. Espletate le formalità di rito, BORCHIERO Salvatore e RACITI Salvatore sono stati associati presso la casa circondariale di Catania piazza Lanza a disposizione dell’A.G.

—————————


Nel pomeriggio di ieri
, a seguito di attività info-investigativa, personale della Squadra Mobile Sezione “Antidroga” apprendeva che, sarebbe giunto in questo centro un carico di droga trasportato da un soggetto calabrese a bordo di un’autovettura Mercedes station wagon. 
Alla luce di quanto appreso, il citato personale predisponeva un mirato servizio di osservazione presso i caselli dell’autostrada A/18, in località San Gregorio (CT). Dopo alcune ore di attesa, il personale della citata Sezione notava un soggetto, viaggiante a bordo di un’autovettura, Mercedes del tipo segnalato, pertanto decideva di procedere al suo controllo.  A seguito di espressa richiesta degli uomini dell’Antidroga GULLUNI Salvatore, proveniente da Gioia Tauro (RC), non forniva spiegazioni plausibili circa il suo viaggio in Sicilia, mostrando, nella circostanza, segni di insofferenza al controllo che, in prima battuta, dava esito negativo. GULLUNI veniva accompagnato presso gli uffici della Mobile ove gli agenti dell’Antidroga procedevano ad un’accurata perquisizione, ad esito della quale veniva rinvenuto n.1 panetto di cocaina per un peso complessivo di 1 kg..

GULLUNI Salvatore

Espletate le formalità di rito, GULLUNI Salvatore è stato associato presso il carcere di Catania piazza Lanza a disposizione dell’A.G.

La droga del valore di circa 40.000 euro, immessa su “piazza” avrebbe raggiunto il valore di 120.000 euro circa.

—————————

Nel pomeriggio del decorso 27 ottobre, personale della Squadra Mobile, Sezione “Contrasto al Crimine Diffuso”, nel corso del servizio di controllo del territorio, in via Fiorentino – zona via Androne – notava un giovane che, con circospezione e posizionandosi dietro le vetture in sosta, per non essere visto, cedeva qualcosa ad un coetaneo, con cui poco prima aveva dialogato. Intuendo che il soggetto, successivamente identificato per GUERRA Daniele, pregiudicato con precedenti specifici in materia di stupefacenti, potesse aver ceduto delle dosi di droga, gli agenti decidevano di intervenire per sottoporlo, a perquisizione personale.

All’esito del controllo, l’uomo veniva trovato in possesso di n.6 involucri in carta stagnola contenenti marijuana – c.d. “stecchette” – per un peso complessivo di circa gr. 12, n.1 involucro in carta stagnola contenente cocaina, dal peso di circa gr. 2 – c.d. “pippotto” – sostanza stupefacente del tipo marijuana, non confezionata, per un peso di circa gr.7, che venivano sottoposti a sequestro.

GUERRA Daniele

Espletate le formalità di rito, GUERRA Daniele 27enne è stato associato presso il carcere di Catania piazza Lanza a disposizione dell’A.G.

—————————

Nell’ambito dell’attività volta al rintraccio di soggetti destinatari di provvedimenti restrittivi, la Polizia di Stato ha eseguito un ordine di esecuzione per la carcerazione disposti dall’Autorità Giudiziaria.

Trovato Gianpiero

In particolare, personale della Squadra Mobile – Squadra “Catturandi” ha tratto in arresto: TROVATO Gianpiero, (cl.1985), pregiudicato, in atto detenuto al regime degli arresti domiciliari, destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso in data 23.10.2017 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Catania, dovendo espiare la pena di anni 3 e mesi 10 di reclusione per i reati di rapina aggravata e lesioni personali, commessi, nel mese di ottobre 2015, ai danni di un pensionato che aveva appena prelevato del denaro da un Istituto di Credito ubicato in questo corso Sicilia.