Pubblicità
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

 

Nei giorni scorsi, il titolare di un’attività commerciale del centro storico ha presentato una querela presso il Commissariato Borgo-Ognina e, nello specifico, ha rappresentato che un cliente, approfittando della sua distrazione, ha sottratto dal bancone una statuetta raffigurante una tartaruga in argento, dal valore economico di euro 100,00 nascondendosela all’interno del giaccone.

Il commerciante, accortosi di tale ammanco il giorno successivo, è riuscito ad acquisire alcuni elementi utili ai fini delle indagini e li ha allegati alla querela.

A seguito di mirata attività investigativa, si è giunti all’identificazione del malfattore, tale C.F. di anni 72, di Siracusa, con precedenti specifici per reati contro il patrimonio che, visti i fatti, è stato indagato in stato di libertà per il reato di furto aggravato.

L’autore del misfatto è stato individuato grazie ad un sistema di video telecamera e ad una copia del documento d’identità che lo stesso aveva utilizzato all’interno di un esercizio commerciale del centro storico per intestarsi una scheda telefonica sim, circostanza che sicuramente aveva dimenticato. Di fronte all’evidenza dei fatti, il malfattore ha confessato e spontaneamente ha dichiarato di avere compiuto tale gesto per “scaramanzia”.

L’indagato, il giorno dopo, si è recato presso il citato esercizio commerciale e, nella circostanza, si è scusato e ha restituito la tartaruga al legittimo proprietario che, vista la restituzione, ha ritirato la querela.

Pubblicità Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.