Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I Carabinieri del Gruppo di Palermo hanno effettuato un servizio coordinato finalizzato a garantire il rispetto delle norme a tutela del gioco lecito e responsabile unitamente al personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli dello Stato.

In particolare sono stati controllati sei esercizi commerciali adibiti a sale o centro scommesse:

–         Sala giochi sita in viale Regione Siciliana;

I militari hanno accertato che il titolare gestiva, senza autorizzazione ed in maniera illegale, una sala adibita a scommesse, raccogliendo le puntate sul bookmaker proibito. Il locale è stato sottoposto a sequestro preventivo ed il titolare C.b., nato a Palermo, classe 1970, ivi residente è stato denunciato in stato di libertà perché resosi responsabile dei reati di “esercizio abusivo di attività di giuoco o scommessa ed omessa esposizione della tabella dei giochi proibiti”.

Sanzioni amministrative contestate:

  • la raccolta di scommesse per eventi non inseriti nel palinsesto.

(sanzione di € 16.666,67).

  • presenza di una macchinetta, non collegata alla rete statale e che, attraverso la connessione telematica, consente il gioco ai clienti, con vincite in denaro. (sanzione di € 20.000).

–          Bar sito in via S. Vincenzo Dè Paoli;

Sanzioni amministrative contestate:

  • al suo interno è stata accertata la presenza di un apparecchio a led luminosi rotanti, denominato “logo gp”, non rientrante tra quelli ricompresi per il gioco lecito (sanzione di € 1.333,33) e sequestro di detto dispositivo.

–          Bar sito in via Imera;

Sanzioni amministrative contestate:

  • assenza di materiale informativo sul rischio di dipendenza dalla pratica dei giochi con vincita in denaro (sanzione di € 50.000 );
  • presenza di un dispositivo, non collegato alla rete statale e che, attraverso la connessione telematica, consente il gioco ai clienti, con vincite in denaro (sanzione di € 20.000) e macchinetta sequestrata.

–          Centro Scommesse sito in via Cavour;

i Carabinieri hanno accertato che all’interno del locale non era presente la titolare della licenza né il preposto indicato nell’autorizzazione di Polizia, pertanto è stata effettuata una segnalazione alla Questura per la violazione di tale prescrizione.

Al momento del controllo inoltre, erano presenti tre minori di anni 18, in violazione dell’art. 24 c. 21 e 22 del d.l. 98/2011 convertito in legge n. 111/2011 (norme in materia di gioco), pertanto al titolare dell’attività veniva comminata la sanzione amministrativa di € 6.666,67.

–         Centro Scommesse sito a Villafrati (Pa) in Corso San Marco

Nel corso del controllo è stato deferito in stato all’Autorità Giudiziaria D. D. e. nato a Palermo, classe 1995, residente a Villafrati poichè è stato sorpreso all’interno della propria attività ad esercitare abusivamente l’attività di scommesse mediante l’uso di Pc senza la prevista licenza (art. 88 T.U.L.P.S.).

Contestualmente venivano elevate due sanzioni pecuniarie per un ammontare complessivo pari ad euro 100.000 € per violazione delle misure di prevenzione per contrastare la ludopatia e l’esercizio abusivo dell’attività di scommessa (art. 4 legge 401/1989 e art. 7 D.L. 13.09.2012)

–         Bar sito a Ficarazzi in in viale Europa;

Sanzioni amministrative contestate:

  • violazioni di settore (€ 1.032) ossia violazione articolo 86 del T.U.L.P.S. per avere posto le macchinette da gioco fuori dall’esercizio commerciale.