Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

La Polizia di Stato ha denunciato un 50enne palermitano del quartiere Ciaculli per ricettazione di apparecchi elettronici e da lavoro e di altra merce sulla cui provenienza l’uomo non ha saputo fornire adeguate spiegazioni.

Nell’ambito di mirate attività info-investigative volte al contrasto dei reati predatori, i poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso  Pubblico sono giunti in un garage in zona Ciaculli, spinti dal sospetto che vi fosse celata attrezzatura di dubbia provenienza.

All’interno del box gli agenti hanno rinvenuto merce di varia natura, per un valore approssimativo di circa 15.000,00 €: casse audio con relativi piedistalli, mixer, biciclette, motoseghe, decespugliatori, elettropompe, generatori elettrici, trapani, avvitatori ed altri attrezzi.

Alla richiesta di chiarimenti sulla provenienza del materiale, l’uomo ha fornito varie spiegazioni, mai abbastanza convincenti, cadendo spesso in contraddizione, fino ad ammetterne l’illecita furtiva provenienza.

Sono in corso ulteriori indagini per risalire ai legittimi proprietari della merce ritrovata.