Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

A piazza Università la Scuola dell’ Infanzia Comunale Paritaria sottolinea con una festa la convenzione Onu nel suo 28 anniversario. Sarà presente L’assessore alla Scuola Scialfa.

Sarà una grande festa, la festa dei diritti dei bambini, quella che avrà luogo in piazza Università, lunedì 20 novembre dalle ore 09.30 alle ore 12.alla presenza dell’assessore alla Scuola Valentina Scialfa Chinnici, in occasione della Giornata Mondiale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza e su proposta della Scuola dell’Infanzia Comunale Paritaria. Piazza Università che si conferma quale luogo d’incontro e di conoscenza e simbolicamente il luogo per eccellenza della cultura catanese, si daranno appuntamento i bambini con i genitori e insegnanti per sperimentare momenti ludici attraverso attività espressive e creative. Nella piazza, con il coordinamento di Alfia Pina Sciuto responsabile dell’ufficio scuole per l’infanzia della Pubblica Istruzione,saranno allestiti angoli strutturati e predisposti per il gioco, curati da personale esperto di problemi educativi e conoscitore del mondo dell’infanzia. Una maniera quella della festa di far comprendere l’importanza fondamentale della Convenzione ONU, nel suo 28mo anniversario, che
rappresenta il trattato sui diritti umani più ratificato nella storia.
I bambini, pur nelle differenze dei contesti e delle culture in cui crescono, sono tutti uguali in termini di diritti e tutti condividono i bisogni di cura e di protezione, le tappe di sviluppo e l’avventura della crescita, vivono le stesse emozioni e custodiscono desideri e sogni del tutto simili, hanno diritto all’istruzione, al gioco, al nome, alla nazionalità e alla propria storia, hanno diritto di mantenere e saldare i legami con le origini e il passato, di immaginare e costruire il proprio futuro e di essere tutelati sempre. La scuola si fa carico della loro preparazione ad una vita individuale e di società,coerente con gli ideali di pace, dignità, libertà, uguaglianza e solidarietà.
La nostra Città accoglierà i percorsi educativi promossi dalla scuola che si configura come
agenzia partecipe di un processo educativo permanente, di cui sia la famiglia sia le risorse della comunità, costituiscono la base delle successive esperienze.
A conclusione dell’ evento il cielo sarà punteggiato dal volo di palloncini colorati.